Ancelotti: “Nel secondo tempo c’è stata una reazione. Male il primo tempo”

1
832

ancelotti4_10.12.2018.jpgAl termine di Udinese-Napoli, l’allenatore azzurro Carlo Ancelotti, intervenendo a Sky Sport, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sintetizzate da NapoliSoccer.NET: “Nel secondo tempo c’è stata una reazione nell’atteggiamento ed è un segnale positivo perchè la partita si era messa molto male. Però c’è anche il segnale negativo del primo tempo. Ma mi piace essere ottimista e penso al secondo tempo.

Nel primo tempo la squadra mi è sembrata involuta, lenta e impacciata. Non si riusciva ad esprimere il nostro gioco. Serve che scocchi una scintilla, martedì abbiamo una partita per noi importante spero che sia quella una scintilla che ci permetta di risolvere questo periodo negativo che ancora resta. Nella ripresa è andata meglio, abbiamo cercato di spingere di più con i terzini e inserendo Llorente abbiamo dato maggior sfogo al nostro gioco.

Mi sento coinvolto nel progetto, quando le cose vanno male è colpa dell’allenatore, so come funziona ma credo che ci siano tutte le possibilità di riuscire a risolvere i problemi che stiamo avendo.

La preoccupazione in questo momento prevale sulla lucidità e sul coraggio sui giocatori. Nel secondo tempo ho visto una squara più sciolta, più convinta e che ha vinto di più sui contrasti. Abbiamo preso un gol, neanche so come chiamarlo, ridicolo. Sappiamo come gioca Lasagna ma abbimao preso gol.

Il nostro spogliatoio non è una polveriere, sento parlare di spogliatoio spaccato, contro l’allenatore, di allenamenti blandi. Non è nulla vero. Negli incontri che abbiamo provato ha ricalibrare delle cose. Tutto qui.

Il cambio di Insigne? L’ho cambiato perché non aveva fatto bene come altri. Una scelta per modificare l’assetto della squadra nulla di più. Lui si sente molto responsabile perché è il capitano ma null’altro.

E’ assolutamente normale che altri allenatori possano parlare con il Napoli, Gattuso è un fratello e non è un problema. A lui non ho chiesto nulla perché credo a quello che dice il Presidente che ha fiducia in me. Non ho mai pensato di lasciare, mi sento più coinvolto ora che quando andavano bene. Mi è capitato altre volte e quando se ne esce è più soddisfacente“.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



1 COMMENTO

  1. Lo avevo previsto (e non era difficile) che avremmo collezionato un’altra magra figura a Udine. I ritiri e tutte le altre balle che l’Ancelotti-family blaterano sono solo scuse di circostanza. Si deve esonerare IMMADIATAMENTE Ancelotti e compagnia bella altrimenti NON andiamo agli ottavi di Champions-League e alla prossima partita di campionato (contro il Sassuolo) otterremmo un ulteriore pareggio se non addirittura una sconfitta. Ma se a ADL tutto questo va bene per favore NON ANDIAMO PIÙ allo stadio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.