E adesso cosa farà il Napoli? Sarà rivoluzione sul mercato?

1
2357

La prima notte dopo l’ultima giornata di campionato precedente alla sosta invernale, è inevitabilmente anche la prima notte di calciomercato. La sessione invernale di quest’anno, che apre ufficialmente giovedì 2 gennaio e chiude venerdì 31 gennaio sera, ricopre una importanza particolare per il Napoli.

La crisi di risultati apertasi due mesi fa e culminata con l’esonero di Ancelotti – e l’arrivo di Gattuso – ha portato con sé anche una lunghissima serie di problemi nella gestione del gruppo dei giocatori che potrebbero, o per meglio dire, dovrebbero essere risolti a gennaio.

Il Napoli ha dieci giorni di tempo per appianare qualche dissidio nel gruppo e provare a mettere a segno alcuni rinnovi. I più delicati – quelli di Mertens e Callejon – non sembrano trovare riscontri positivi. I due giocatori, tra i più rappresentativi della rosa, potrebbero persino essere ceduti a titolo definitivo nella speranza di ottenere cifre rispettabili per il loro cartellino, che a giugno tornerà ad essere di loro proprietà.
Sul tavolo dei rinnovi ci sono anche quelli di Milik, Zielinski e Maksimovic, ma per questi la situazione è più tranquilla. Per il serbo ci sarebbe anche già l’accordo. 

C’è poi da affrontare il nodo di una rosa disomogenea e con alcuni buchi. Giuntoli ha ribadito stasera che la priorità, in considerazione del ritorno al 4-3-3, sia l’acquisto di un centrocampista. Sarebbe meglio trovarne due, ma molto dipende da quali calciatori saranno disponibili al trasferimento a metà stagione, e in vista di Euro 2020. 

Nelle scorse ore le voci su possibili trattative si sono già moltiplicate. Sembra in via di definizione l’accordo col Verona che porterà in azzurro Sofyan Amrabat e Amir Rrahmani in cambio di 30 milioni, probabilmente a partire dal prossimo giugno. Fonti kosovare rivelano stasera che il difensore sarebbe pronto a sostenere le visite mediche per il Napoli già nella giornata di domani.

Si parla poi della possibilità di uno scambio di prestiti tra Inter e Napoli, con protagonisti Matteo Politano – già obiettivo azzurro due anni fa –  e Fernando Llorente, che andrebbe a fare il vice Lukaku a Milano, dopo l’esonero di Ancelotti che lo ha voluto a Napoli. L’arrivo di Politano potrebbe fare da contraltare alla partenza di Callejon o garantire una ulteriore alternativa sugli esterni, magari con la partenza di Younes in direzione Genoa.

Rrahmani – qualora arrivasse subito – e Politano risolverebbero molti problemi sia in difesa che in attacco. Ma il nodo a centrocampo resterebbe: la pista che portava a Torreira, ex Samp ora all’Arsenal, si è complicata per l’arrivo di Arteta sulla panchina dei Gunners. Le alternative potrebbero essere Xhaka – sempre dell’Arsenal – o Paredes del PSG, ma solo se venissero al Napoli in prestito. Altri profili nel ruolo, come quelli di Pulgar e Tonali, sono inarrivabili perché incedibili dalle loro società di appartenenza.

Insomma, molto del tentativo di rincorsa all’Europa potrebbe passare dai prossimi dieci giorni, e poi dall’intero mese di Gennaio. Il Napoli ha bisogno di sistemarsi, e il tempo sembra già stringere. Alla ripresa ci saranno, di seguito, Inter, Lazio, Fiorentina e Juventus, oltre agli ottavi di Coppa Italia contro il Perugia.  

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie sul Napoli (news, calcio, calciomercato e tanto altro). Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



1 COMMENTO

  1. Se ci sarà un ricambio a Gennaio, sarà al ribasso.
    Ragionando in termini economici, unico ragionamento di ADL, senza la Champions bisognerà abbassare e di molto il monte ingaggi.
    Quindi via giocatori con ingaggi alti (ma trovando altre motivazioni) e dentro giovani di belle speranze fatti passare dai soliti siti amici come campioncini.
    Arriveranno quindi giocatori in prestito o dal valore di mercato tra 10 e 15 MLN.
    Il vero bubbone (le multe), continuerà però a condizionare il campionato del Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.