Lazio Napoli 1-0. Le pagelle di NapoliSoccer.NET: Ospina errore da horror. Terza sconfitta in quattro gare con Gattuso in panchina.

2
1265

LEPAGELLE.jpg

Terza sconfitta per il Napoli di Gattuso in quattro partite. Napoli incapace di reagire a uno svantaggio. E domani Verona e Bologna potrebbero trovarsi sopra gli azzurri in classifica.

Ospina: 4 – Due follie, due suicidi tecnici e tattici. Una disinnescata a inizio gara e una che regala il goal vittoria alla Lazio e condanna gli azzurri alla terza sconfitta in quattro gare.

Hysaj: 5 – Inzaghi chiede ai suoi di aggredire solo dalla metà campo in poi e questo lo agevola nelle uscite. Lulic lo mette in grosse difficoltà lasciandoselo alle spalle nel primo quarto d’ora della partita. Il retropassaggio a Ospina su cui il portiere commette l’errore che compromette il risultato è lo specchio di una prestazione comunque mediocre.

Manolas: 6 – Uno dei pochi azzurri pienamente positivi. Immobile è un cavallo che scalcia e lui non si tira indietro. Insieme sono protagonisti di un duello con colpi anche duri ma mai cattivi

Di Lorenzo: 5 – La colonna vertebrale azzurra è composta da lui e Fabian. La lentezza dello spagnolo gli crea non pochi problemi e ne avrebbe creato a chiunque, perfino a Koulibaly. Certo, lui a destra è tutt’altra roba rispetto a Hysaj. Certo, sull’errore di Ospina non riesce a fare il movimento giusto. Però non può essere crocefisso per questo.

Rui: 6 – Tenuto basso per aiutare la difesa e tenere Milinkovic Savic. Protagonista di una buona gara in fase difensiva, al netto di un errore nel finale di primo tempo. In attacco si vede meno del solito ma, nella ripresa, quando il Napoli appare in controllo della gara, è protagonista di alcuni spunti discreti.

Allan: 6 – Tanta corsa. Tanto agonismo. I piedi non sono sopraffini, un tiro velleitario nel primo tempo, qualche passaggio impreciso, qualche spunto tatticamente controproducente, però Allan questo è. Ha torto chi pretende da lui altro.  Dall’84’ Llorente:  SV

Ruiz: 4 – Il perno basso del 433 deve saper gestire i tempi di gioco. Lui sa fare bene tante cose. Non questa. Anche qui ha torto chi pretende da lui di snaturarlo in un ruolo a lui non congeniale.

Zielinski: 5,5 – Si perde nel centrocampo della Lazio. Milinkovic Savic lo oscura e lui continua a sembrare irritante nella sua “leggerezza”.

Callejon: 5 – Sul suo lato sembra esserci un equivoco tattico con Hysaj più avanti di Rui e Callejon più indietro di Insigne. Ne risulta compromessa la sua capacità di trovare soluzioni di gioco anche quando (75′) avrebbe la possibilità di inserirsi negli spazi. Dall’88’ Elmas:  SV

Milik: 4,5 – Se Milik lo metti in mezzo a una squadra che rinuncia a giocare diventa più dannoso che inutile. Emblematico il “dai e vai” per usare un termine cestistico, che lo porta in area da solo in mezzo a tre difensori senza spazi e senza alternative giocabili

Insigne: 5 – Dovrebbe aiutare in difesa sulla mancina prendendo Lazzari che rimane spesso da solo ai margini dell’area, ed è fortunato che il laziale sia servito poco e nulla dai suoi compagni. Calcia una buona punizione che Strakosha gli intercetta. Dal 91′ Lozano: SV

Domenico Infante NapoliSoccer.NET



2 Commenti

  1. Meno male che siamo a metà campionato.
    Altrimenti dovremmo preoccuparci di non retrocedere.
    E pensare che molte di queste pippe con Sarri avevano raggiunto quotazioni stellari.
    ADL, che non ne capisce granchè, ha rifiutato proposte milionarie per questi scarsoni della difesa.
    Voglio proprio vedere a quanto li vende adesso Hysai e Ghoulam.
    Lo stesso Koulibaly ha dimezzato il suo valore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.