Scugnizzeria: Giuseppe Angelini nuovo tecnico della Primavera

1
876

Giuseppe Angelini subentra all’esonerato Roberto Baronio

Giuseppe Angelini è da pochi giorni il nuovo tecnico del Napoli Primavera ed ha preso il posto di Roberto Baronio, al quale è stata fatale la sconfitta di domenica scorsa contro il Pescara.

Prima di intraprendere la carriera da allenatore, Angelini è stato un calciatore, che ha giocato come centrocampista centrale, collezionando 14 presenze in Serie A e 121 presenze e 4 reti irie B.

Da giocatore è stato molto amato dai tifosi del Cesena, squadra con cui ha iniziato la sua carriera calcistica, nella stagione 86-87 lo ricordano come uno dei principali protagonista della promozione dalla B alla A.

Ha poi militato anche in Serie C1 e C2 ed ha concluso la sua carriere da giocatore nel 2001 in Serie D al Santarcangelo.

Appesi gli scarpini al chiodo ha intrapreso subito la carriera da allenatore: la sua prima esperienza in panchina è giunta nel 2002 quando è stato chiamato ad allenare la Bellaria Igea Marina.

L’anno seguente alla guida del Rovigo ha ottenuto il suo primo successo da allenatore conquistando con la squadra veneta la promozione in C2 e nel 2006 si è trasferito al Cattolica.

Interrotta l’esperienza al Cattolica, Angelini non si è più seduto su una panchina fino al 2009, quando è stato chiamato da Pierpaolo Bisoli come suo vice sulla panchina del Cesena.

Insieme hanno condotto la squadra romagnola alla conquista del secondo posto in Campionato e alla conseguente promozione in Serie A.

Dopo l’esperienza da vice allenatore al Cesena, dal 2010-12 è passato ad allenare il Santarcangelo.

Nelle due stagioni sulla panchina del Santarcangelo ha attirato su di sé le attenzioni della Juve, che nel 2012 lo ha voluto come allenatore degli Allievi Nazionali B.

Dal 2013 al 2017 si è seduto stabilmente sulla panchina del Cesena Primavera.

Dopo questa esperienza è tornato di nuovo sulla panchina del Santarcangelo, sostituendo Michele Marcolini.

Nel 2018 è diventato il nuovo allenatore del Romagna Centro, squadra militante in Serie D, sostituendo Nicola Campedelli.

Con la rilevazione del titolo sportivo del Romagna Centro da parte della nuova società sportiva del Cesena Football Club, sorta sulle ceneri della fallita Associazione Calcio Cesena, è diventato il nuovo allenatore del Cesena.

Nonostante la promozione in Serie C non viene confermato alla guida del cavalluccio.

Angelini è un allenatore che si ispira molto a Boskov e nella carriera da tecnico ha utilizzato vari moduli ma tutti hanno avuto come punto di riferimento la difesa a 4.

Con molta probabilità anche questa sua esperienza napoletana partirà dalla difesa a 4, dato che nei primi allenamenti ha fatto prove di 4-3-3.

In questi primi allenamenti si è vista un’impostazione di gioco che parte da un fraseggio basso, che dovrebbe servire alla squadra azzurra per tenere il controllo sia della partita che degli avversari.

Senza dubbio Angelini è un allenatore ben addentrato nel mondo del settore giovanile ma soprattutto conosce bene la realtà del Campionato Primavera.

Le sue statistiche sulla panchina del Cesena Primavera sono molte positive; infatti in 116 gare ne ha vinte 81, pareggiate 27 e perse 48 con una media punti di 1,27.

Il neo tecnico azzurro avrà un compito difficile: salvare il Napoli Primavera dalla retrocessione.  Ad oggi la squadra azzurra è ultima in classifica, con 10 sconfitte, 2 vittorie e 3 pareggi in 15 partite.

Il compito di Angelini sarà arduo; dato che ha ereditato da Baronio una squadra il cui tasso qualitativo non è molto elevato ed al momento non si è ancora adeguatamente rinforzata in questa sessione invernale di calcio mercato.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI.

Condividi
Articolo precedenteJuventus: i convocati per la trasferta del San Paolo
Prossimo articoloSarri: “Per me è una partita particolare”
Perennemente distratto ma appassionato di calcio e soprattutto del Napoli. Giornalista pubblicista, collaboro da tempo con NapoliSoccer.NET, che considero praticamente la mia seconda famiglia. Mi occupo principalmente di interviste in esclusiva e della Primavera azzurra, mi piace il contatto con i tifosi e spesso mi troverete nelle strade di Napoli a chiedervi interviste e pareri.


1 COMMENTO

  1. Secondo me la squadra primavera dovrebbe adottare lo stesso modulo della prima squadra.
    In tal modo si favorirebbe l’inserimento di qualche ottimo elemento in prima squadra (anche se fugacemente)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.