Liverani alla stampa: “Prestazione importante, squadra compatta dopo il pareggio”

0
607

Fabio Liverani, allenatore del Lecce, ha risposto alle domande dei cronisti nella conferenza stampa dopo Napoli-Lecce, gara vinta dai salentini per 2-3. Queste le sue parole raccolte dalla redazione di NapoliSoccer per i propri lettori. 

Vittoria importante contro una delle squadre migliori del campionato e in un buon momento per loro. Abbiamo fatto una prestazione importante, ed è la cosa che mi dà maggiore serenità. 

Abbiamo preso un goal un po’ ingenuo. Era una palla nostra e dovevamo gestirla, abbiamo preso goal in contropiede dal Napoli. La dice lunga sulla nostra ingenuità e sulle nostre caratteristiche. Prendere goal in quel momento poteva causarci difficoltà ma la squadra si è ricompattata subito e siamo riusciti a vincere. Sul 2-3 abbiamo preso goal su un taglio lento, per mancanza di concentrazione, questo non deve succedere.

Per noi è un passo importante, abbiamo mantenuto le distanze con Samp e Genoa, ma non è nulla di definitivo. Sabato abbiamo una finale, incontriamo una squadra ferita che verrà a Lecce per rimanere attaccata al gruppo. La partita sarà più difficile rispetto a quella di oggi. 

Salvarsi giocando è una cosa nuova per la nostra mentalità. Spesso qui si dice che per salvarsi c’è bisogno di guerra oltremisura. Oggi è più complicato difendere negli ultimi 16 metri, quello che nel calcio italiano era chiamata “esperienza” col VAR non è più fattibile. Lo abbiamo scelto e fatto sempre, ma non conosco un altro tipo di calcio. La mia squadra deve giocarsela, questo non vuol dire essere arrembanti, ma bisogna andare ad offendere.

I nuovi sono arrivati quando la squadra era in ripresa. Hanno portato entusiasmo e chi c’era ha alzato il livello. Oggi conquistarsi la maglia da titolare del Lecce è più complicato. C’è grande abbondanza a metà campo e il posto alla domenica è un valore aggiunto. Se Mancosu entra in questa maniera per me è solo un piacere e un orgoglio. 

Per i giovani assaporare l’allenamento, la mentalità e l’organizzazione delle trasferte serve per passare dal calcio dei giovani a quello degli uomini. Questo però serve anche perché loro capiscano se questo mondo fa per loro. Se ci sarà la possibilità di dare a loro qualche possibilità gliela daremo. 
Rimoli ha qualità, deve crescere nella continuità e nel fisico, ma ha qualche colpo”. 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.