Lega Serie A: società divise. FICG: tavolo di lavoro anticrisi

0
400
Lega Serie A FIGC

Lega Serie A e FICG: tavolo di lavoro anticrisi per valutare proposte salvacalcio. In caso di annullamento del campionato perdite attorno ai 720mln di euro.

La sospensione del campionato di Serie A sembra essere diventata più un obbligo che un’opzione. La Lega ed alcuni club spingono per una ripresa del campionato, eventualmente facendo disputare le restanti partite tra giugno e luglio, ma il numero di chi vorrebbe comunque terminare la stagione è sempre più basso. I club sono divisi e a farla da padrone sono ovviamente gli interessi economici che girano attorno al sistema calcio, in Italia con altrove.

Quel che è certo è che le ripercussioni si abbatteranno – senza alcuno sconto – sulle società di calcio che dovranno fare i conti con le pesanti perdite economiche. Non a caso i presidenti, in questi giorni, stanno cercando di attuare una comune politica rispetto al riconoscimento degli emolumenti ai propri tesserati e varie sono le proposte sul tavolo.

In caso di annullamento del campionato la stima delle perdite è stata calcolata attorno ai 720 milioni di euro, conseguentemente ai mancati introiti derivanti da vendita biglietti, diritti TV e merchandising.

Varie proposte sul tavolo riguardano anche il dopo in caso di mancata conclusione del campionato. Tale evenienza non è contemplata e i massimi enti calcistici, Gravina e FIGC, dovranno assumere decisioni in tal senso, che come sempre difficilmente troveranno l’avallo di tutti.

Al di là dell’assegnazione del titolo della stagione 2019/2020, che tranquillamente potrebbe essere sospeso, le maggiori difficoltà riguarderebbero il come scegliere i club che parteciperanno alle prossime competizioni continentali, in primis la Champions League.  I soldi che ballano sono tanti, così come tanti saranno le problematiche e le prime schermaglie lo dimostrano.

Intanto ieri si è tenuta l’Assemblea di Lega di Serie A ed i club hanno redatto un documento congiunto che sarà inviato al presidente della FIGC, Gravina. I club di A, attraverso la Lega, chiedono sostegno attraverso l’adozione di misure economiche mirate, tra cui la riduzione degli stipendi, piani di ammortamento diversi e avvio di nuove forme di finanziamento (scommesse sportive in particolare). La proposta dopo le valutazioni del presidente Gravina, sarà riportata sia al CONI che al Ministro dello Sport, Spadafora. 

Sempre ieri, il Presidente della FIGC Gabriele Gravina si è riunito con i presidenti Paolo Dal Pino (Lega serie A), Mauro Balata (Lega serie B), Francesco Ghirelli (Lega Pro) e Cosimo Sibilia (Lega Nazionale Dilettanti) per addivenire ad una comune strategia delle varie componenti del mondo del calcio italiano.

Nella circostanza la Federazione ha presentato ha presentato un programma di massima da sottoporre al Governo, sia per il breve che per il lungo periodo, contenente le iniziative per fronteggiare la crisi di liquidità e gli interventi strutturali ritenuti necessari. Il presidente Gravina, inoltre, ha annunciato alcune delle autonome iniziative assunte dalla FIGC quali il prolungamento a dopo il 30 giugno della fine della stagione, il rinvio del pagamento degli emolumenti fiscali, contributivi e assicurativi, l’adeguamento delle scadenze per gli adempimenti COVISOC e degli adempimenti delle Licenze Nazionali.

Per domani 26 marzo, invece, è stata convocata dalla FIGC una riunione a cui parteciperanno – rigorosamente in video conferenza – tutte le componenti federali, tra cui le rappresentanze di calciatori, allenatori e arbitri, per discutere in maniera più specifica sia la rinegoziazione del termine dei contratti sportivi e amministrativi di primo livello che per stabilire il comune percorso da adottare.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.