Comunicazione UEFA: Ecco le decisioni su campionati e coppe europee

0
900
comunicazione uefa

UFFICIALE – Comunicazione Uefa: “Si lavori alla ripresa di campionati e coppe tra luglio e agosto”. Le indicazioni dell’UEFA in accordo con ECA, Leghe europee e FIFpro. 

Con una comunicazione inviata a Federazioni, Leghe e club europei è stata definita dall’UEFA la linea da seguire per la ripresa dei campionati e delle coppe europee nei prossimi mesi. Per i massimi organi calcistici europei “Fermare le competizioni dovrebbe davvero essere l’ultima risorsa“.

La comunicazione congiunta, a firma del presidente Aleksander Ceferin dell’UEFA, del presidente Andrea Agnelli dell’ECA e da Lars-Christer Olsson, rappresentante delle Leghe Europee, arriva dopo le decisioni già assunte dal massimo organo calcistico europeo per lo spostamento dell’Europeo e per le azioni di sostegno a club e Federazioni, conseguentemente alle circostanze negative prodotte dall’emergenza sanitaria da Coronavirus.

La UEFA chiede a tutte le Leghe di elaborare piani e calendari per metà maggio così da poter stilare un potenziale calendario per disputare, nei mesi di luglio e di agosto, tutte le partite dei campionati Nazionali, con la possibilità di disputare subito dopo Champions ed Europa League.

…”non ripartire con campionati, Champions e Europa League sarebbe una scelta prematura e non giustificata”…

Da parte nostra, fermare le competizioni è l’ultima spiaggia: ad oggi non ripartire con campionati, Champions e Europa League sarebbe una scelta prematura e non giustificata” è il concetto espresso nel comunicato, il cui testo è stato diffuso dall’Associated Press

Per l’UEFA, quindi, seppur in piena emergenza Coronavirus è prematura ogni decisione di annullare i campionati – tra l’altro in contrapposizione con la decisione della Federazione belga assunta ieri – e l’indicazione alle singole Federazioni e Leghe è quella di pianificare entro maggio tempi e modalità per riprendere a giocare tra luglio e agosto.

Il testo della comunicazione UEFA spiega quali sono gli scenari  che si stanno valutando e le possibili opzioni sia per i campionati che per le coppe. Decisioni diverse senza avallo UEFA mettono a rischio partecipazione alle coppe

…”Siamo fiduciosi sul fatto che il calcio possa ricominciare nei prossimi mesi, con condizioni dettate dall’autorità pubblica. Crediamo che ogni decisione sull’abbandonare le competizioni domestiche sia prematura e ingiustificata”…
…”I gruppi di lavoro della UEFA stanno valutando vari scenari che includono i mesi di luglio ed agosto e la possibilità di ricominciare le competizioni internazionali dopo quelle domestiche”…
…”È strettamente necessaria una gestione congiunta dei calendari poiché la conclusione della stagione in corso deve essere coordinata con l’inizio di quella nuova, che potrebbe essere parzialmente influenzata”…
…”i gruppi di lavoro indicheranno il prima possibile, e idealmente a metà maggio, quali plani potranno essere implementati per completare la stagione”…
…”Visto che la partecipazione alle competizioni per club della UEFA è determinata dal risultato sportivo conseguito alla fine di una stagione nazionale completa una conclusione prematura potrebbe causare dubbi sul raggiungimento di questa condizione”...

La UEFA quindi auspica che l’esito delle competizioni sia conseguenza delle decisioni del campo e non delle decisioni delle singole Federazioni. “È strettamente necessaria una gestione congiunta dei calendari poiché la conclusione della stagione in corso deve essere coordinata con l’inizio di quella nuova, che potrebbe essere parzialmente influenzata” si legge nella lettera inviata a Leghe, club e Federazioni.

Freno alle decisioni non collegiali da parte della UEFA

E l’ammonizione a non agire singolarmente “Poiché la partecipazione alle competizioni UEFA per club è determinata dal risultato sportivo conseguito al termine di una competizione nazionale completa, una risoluzione prematura metterebbe in dubbio il rispetto di tale condizione” palesa il serio rischio di esclusione dei club dalle competizioni europee in caso di decisioni diverse senza l’avallo dell’UEFA che, tanto più, comunica di riservarsi di valutare “il diritto dei club ad essere ammessi alle competizioni UEFA per club 2020/21, in conformità con le norme di concorrenza applicabili. Sappiamo quanto condividi con noi i valori fondamentali del nostro sport e sentiamo il tuo sostegno nella nostra missione di proteggere l’integrità delle sue competizioni“.

Ma non dipende solo dall’UEFA

La comunicazione UEFA sembra essere una forma di tutela nel tentativo di evitare che ogni Federazione intraprenda una propria strada così compromettendo le competizioni europee sia in atto che future.

Ciò nonostante ogni decisione difficilmente potrà prescindere dall’evolversi dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e, soprattutto, derogare dalle decisioni che i singoli Stati adotteranno per la salvaguardia della salute pubblica.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo su NapoliSoccer.NET ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie sul Napoli (news, calcio, calciomercato e tanto altro). Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

Supporta NapoliSoccer.NET

Caro lettore, i giornalisti di NapoliSoccer lavorano con impegno e dedizione, senza scopo di lucro, per fornire notizie precise ed affidabili. Se apprezzi il nostro operato, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un contributo a piacere per supportare il nostro lavoro così da consentirci di continuare ad offrirti il meglio delle notizie.




LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.