Anticipazione decisioni Consiglio Federale: entro il 20 agosto chiusura campionato e fino al 31 la Coppa Italia

0
1518
consiglio federale

Terminata da poco la riunione del Consiglio Federale, anche per il calcio si prospetta una ripresa. Secondo le prime notizie sarebbe stato deciso il riavvio dei campionati di Serie A, B e Lega Pro e lo stop definitivo dei campionati dilettanti.

Approvata una delibera per la regolare prosecuzione di Serie A, B, C. In subordine, si procederà a modifiche di format e, in caso di definitiva interruzione, saranno definite graduatorie con criteri che premino il merito sportivo. Confermate comunque promozioni e retrocessioni.

Il Consiglio Federale, inoltre,  avrebbe individuato nel 31 agosto la data di chiusura della stagione 2019/2020, così da portare a termine i campionati professionistici e la coppa italia. I primi dovrebbero concludersi entro il 20 agosto e i restanti giorni sarebbero utili per portare a termine la Coppa Italia.

La data indicativa per il ritorno in campo dovrebbe essere quella del 20 giugno, anche se non è stata ancora scartato l’inizio, in caso di congiunture favorevoli, per il 13 giugno. Comunque sia, sarà un finale di stagione complesso con partite giocate ogni tre giorni.

Tra le alternative per portare a conclusione la Seria A, infine, non si escluderebbe l’ipotesi play-off e play-out nel caso sia impossibile disputare tutte le gare previste in calendario.

Il Consiglio Federale si è tenuto in via Allegri e, tra i presenti in sede c’era anche il presidente della Lazio Claudio Lotito che pochi minuti fa ha lasciato la sede della FIGC. Gli altri componenti hanno partecipato alla riunione in video conferenza. 

Nel corso del Consiglio Federale il presidente Gabriele Gravina ha comunicato i provvedimenti contenuti all’interno del “Decreto Rilancio” relativi al mondo del calcio:

1) l’ulteriore rinvio dei pagamenti contributivi e fiscali al mese di settembre;
2) la sospensione dei canoni di locazione e dei diritti di superficie per gli impianti sportivi (anche di Serie A);
3) il riconoscimento della Cassa Integrazione per i contratti dei lavoratori sportivi fino ad un massimo di 50 mila euro lordi;
4) l’istituzione del Fondo Salva Sport con una quota percentuale sul totale della raccolta per le scommesse sportive;
5) l’abbreviazione dei gradi e dei tempi della giustizia sportiva in caso di contenziosi generati dalle decisioni assunte per l’emergenza coronavirus sulla determinazione delle classifiche in caso di interruzione dei campionati della stagione 2019/2020.

Inoltre, il prossimo 28 maggio si terrà una riunione fra Governo, FIGC e Lega per decidere definitivamente il giorno della ripresa delle partite, con le varie leghe che dovranno produrre per quella data programmi chiari e dettagliati.

Nomine di competenza

Come indicato nel comunicato stampa della FIGC, su proposta della Lega Serie A, il Consiglio ha nominato il dott. Gianni Nanni quale componente della Commissione Medico Scientifica della FIGC, in seguito ha nominato Cristiano Fava componente dell’Organismo di Vigilanza.

Stagione 2020/2021

Per effetto di quanto deliberato, infine, la FIGC ha deliberato che la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo su NapoliSoccer.NET ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie sul Napoli (news, calcio, calciomercato e tanto altro). Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

Supporta NapoliSoccer.NET

Caro lettore, i giornalisti di NapoliSoccer lavorano con impegno e dedizione, senza scopo di lucro, per fornire notizie precise ed affidabili. Se apprezzi il nostro operato, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un contributo a piacere per supportare il nostro lavoro così da consentirci di continuare ad offrirti il meglio delle notizie.




LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.