Napoli-Spal: 3-1. Mertens, Callejon e Younes regalano la vittoria al Napoli

0
678

Una partita senza storia, tre gol alla SPAL ed una vittoria meritata con cui il Napoli di Gattuso è riuscito a portare a casa la seconda vittoria consecutiva in campionato, dopo la ripresa della competizione post Covid.

Pronti via ed è subito Napoli, infatti al 3’ è passato in vantaggio con Mertens, che sfruttando l’assist di Fabian ha superato l’estremo difensore avversario con un pallonetto preciso e delizioso.

Inizialmente il gol è stato annullato per fuorigioco, ma dopo un consulto al VAR l’arbitro Pairetto ha convalidato la rete.

Dopo il gol subito, la SPAL ha incassato il colpo ed il Napoli ha iniziato un lungo monologo che l’ha portato ad essere costantemente nella metà campo avversaria.

Al 5’ il Napoli è andato vicino al raddoppio: triangolazione Insigne-Elmas, con il macedone che è andato alla conclusione ma la palla è terminata di poco fuori.

Al minuto 7 ancora Napoli in avanti ma il lancio di Fabian non ha trovato Insigne pronto alla deviazione.

Al 10’ Reca è stato bravo ad anticipare Callejon.

Al 12’ si è vista per la prima volta la SPAL in avanti ma la chiusura di Koulibaly su Petagna è stata provvidenziale.

Al 15’ nuovamente Napoli in avanti, con Mertens che su cross di Hyasj è stato anticipato da Vicari.

Al 20’ e al 23’ doppia chance per Fabian ma lo spagnolo non è riuscito a creare grossi problemi al portiere avversario.

Dopo il cooling break è ancora il Napoli ad essere pericoloso, al 28’ al termine di un uno-due Insigne-Elmas, il capitano azzurro è andato alla conclusione ma il suo tiro si è stampato sul palo.

Sul ribaltamento di fronte la SPAL ha segnato il gol dell’1-1 con Petagna.

Al 31’ ancora azione pericolosa della squadra ospite ma il tiro di Fares è stato bloccato facilmente da Meret.

Al 35’ il Napoli è ripassato in vantaggio con Jose Maria Callejon, ancora Elmas protagonista, ha saltato un uomo, ha crossato in mezzo ed ha servato lo spagnolo, il quale da solo in area ha stoppato e con freddezza ha battuto Letica.

Al 37’ Mario Rui è andato vicino al terzo gol ma la sua conclusione ha subito una leggera deviazione ed è terminata in angolo.

Al 39’ si è rivista la SPAL: Murgia ha lanciato Cerri, che ha anticipato Koulibaly ma la sua conclusione è terminato di poco alta sopra la traversa.

Al 40’ ancora Napoli in avanti ma Letica è stato bravo ad anticipare Elmas.

Nei minuti di recupero del primo tempo, il Napoli ha realizzato la terza rete con Lorenzo Insigne, il quale ha sfruttato un assist al bacio di Mertens, tuttavia dopo una lunga consultazione al VAR l’arbitro Pairetto ha annullato per fuorigioco dello stesso calciatore belga.

Nella ripresa pronti via ed è ancora una volta il Napoli a rendersi pericoloso ma la semi rovesciata di Insigne è stata deviata in angolo da Letica, tuttavia il gioco è stato fermato a causa del fuorigioco del capitano partenopeo.

Al 53’ il tiro-cross di Mertens ha quasi sorpreso Letica ma è stata brava la difesa spallina ad allontanare il pericolo.

Al 55’ primo squillo della SPAL ma il tiro al volo di Valoti dal limite ha chiamato Meret ad una risposta strepitosa.

Al 58′ Mertens ha servito Callejon il cui tiro è stato bloccato da Letica.

Sulla lunga la stanchezza, il caldo ed il vortice delle sostituzioni hanno abbassato il ritmo della partita ed il match ha iniziato a vivere di brevi ed intense fiammate.

Al 67’ Lozano ci ha provato dal limite ma Letica ha bloccato in due tempi.

Al 74′ ancora il messicano, il quale ha servito Callejon ma lo spagnolo ha colpito male di testa.

Al 77’ è arrivato il terzo gol del Napoli, con cui la squadra partenopea ha chiuso la partita: grande palla di Fabian per Younes subentrato da poco a Callejon, il quale ha preso il tempo a tutto e tutti ed ha segnato il 3-1.

All’83′ la punizione insidiosa di Ghoulam è stata facilmente bloccato in due tempi da Letica.

Poco dopo nuovamente Napoli pericoloso ma il tiro di Younes è terminato di poco alto.

All’86’ si è rivista la SPAL ma il colpo di testa di Floccari è terminato di poco fuori.

L’ultima azione della partita è di marca azzurra con Lozano, che partendo in contropiede dalla propria area è andato vicino al 4-1. 

Al triplice fischio il Napoli ha battuto per 3-1 la SPAL in una partita che il Napoli ha controllato agevolmente una volta passato in vantaggio.

Gli azzurri hanno gestito il risultato, ha giocato in scioltezza ed ha imbastito interessanti azioni offensive.

Tuttavia dal canto suo la SPAL dopo il gol preso, ha inizialmente subito il colpo ma non si è persa d’animo, si è organizzata ha mantenuto la calma e sfruttando la propria corsia sinistra e le sovrapposizioni di Strafezza e Fares, ha trovato un insperato gol del pareggio.

Sulla lunga però la superiorità individuale del Napoli è venuta fuori e la squadra azzurra è riuscita ad avere la meglio sulla squadra avversaria che raramente ha messo in difficoltà.

Nella ripresa con l’uscita di Strafezza la SPAL ha cercato di alzare un po’ il baricentro della squadra ma il mood della partita non è cambiato, è stato sempre il Napoli a tenere in mano il pallino del gioco e la squadra ospite non è riuscita a creare grossi pericoli.

Unica nota negativa, il gol subito dalla squadra azzurra, una distrazione che ha concesso alla SPAL di rientrare per poco tempo in partire.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.