Le pagelle di Atalanta-Napoli 2-0. Quando una squadra che corre incontra una squadra che cammina…

2
1200
LE PAGELLE .jpg

Le pagelle di Atalanta-Napoli 2-0. Quando una squadra che corre incontra una squadra che cammina… …e quando a luglio, con 30 gradi e tre mesi di inattività causa Coronavirus, i giocatori avversari corrono come se fosse novembre con 17 gradi centigradi, è già persa in partenza.

Di seguito le pagelle degli azzurri:

Ospina: 6 – Mario Rui lo costringe al forfait. Attento sul tiro di Gomez. Poi su punizione il compagno di reparto lo mette KO con un colpo alla testa. Dal 30′ Meret: 6 – Incolpevole sui due goal.

Di Lorenzo: 5 – Non spinge e in difesa non rende come in altre occasioni. Gosens è cliente difficile e Politano non aiuta a sufficienza sulla corsia di destra.

Maksimovic: 5 – Zapata è un avversario complicato. Lo tiene benino ma la sua partita è meno precisa delle ultime occasioni. Demerito della difesa? O merito di una Atalanta che, stranamente, corre più di ogni altra squadra in Italia?

Koulibaly: 5 – Non poche colpe. Sul 2-0 si perde Toloi dentro l’area. Impreciso e poco concentrato.

Rui: 5 – Pasalic lo sovrasta senza difficoltà. Eppure lui si applica, suda, corre, ci prova. Non sempre efficace. Cala dopo il goal quasi come se sentisse il peso del vantaggio concesso all’avversario

Fabian: 4,5 – Molti errori. Il più grave in uscita, mette il piede senza convinzione e perde la palla che costerà il primo goal. Poi manca la rete del possibile 2-1. Tocca più palloni di tutti ma non serve a far salire la valutazione

Demme: 4,5 – Invisibile. Impalpabile. Il suo avversario corre. Lui trotterella in mezzo al campo.  Dal 73′  Lobotka: 6 – Entra a gara compromessa. Si fa vedere un po’ più di Demme… non che ci volesse molto

Zielinski: 6 – Ci prova con costanza. Non sempre appariscente ma il suo muoversi in mezzo agli spazi crea varchi che il Napoli di stasera, lento e privo di idee contro un’Atalanta che corre a mille, non può sfruttare

Politano: 5 – Sembra che faccia sempre qualcosa di troppo o di troppo poco. In realtà raramente riesce a essere efficace, sia in fase di copertura (probabilmente non è nelle sue corde) che in fase di creazione o finalizzazione del gioco. Dal 73′ Callejon: SV

Mertens: 5,5 – I compagni sono in difficoltà a trovarlo e così è costretto ad arretrare per poter giocare qualche pallone.  Dal 57′ Milik: 5 – Quando un giocatore praticamente non tocca palla, non può essere solo colpa dei ocmpagni.

Insigne: 6 – Se contasse solo la volontà, sarebbe da 7. Però non riesce mai a inquadrare la porta e questo deve per forza significare qualcosa. I compagni sono forse irretiti dall’energia che i giocatori dell’Atalanta riescono a profondere in campo, basti pensare che Gasperini fa 4 delle 5 sostituzioni negli ultimi 8 minuti regolamentari con il solo scopo di perdere tempo.  Dal 58′ Lozano: 6 – Si dà da fare. Non è sempre preciso, non è sempre capace di intuire la giocata giusta, ma almeno stasera dà la sensazione di provarci sempre. Forse non è un caso che i giocatori piccoletti del Napoli siano quelli che corrono di più tra gli azzurri. La stranezza è che tra gli avversari, giocatori di stazza notevole, corrano più di loro.

Domenico Infante – NapoliSoccer.NET

Oltre alle PAGELLE, leggi anche il COMMENTO ed I QUADRI di Atalanta-Napoli.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo su NapoliSoccer.NET ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie sul Napoli (news, calcio, calciomercato e tanto altro). Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

Supporta NapoliSoccer.NET

Caro lettore, i giornalisti di NapoliSoccer lavorano con impegno e dedizione, senza scopo di lucro, per fornire notizie precise ed affidabili. Se apprezzi il nostro operato, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un contributo a piacere per supportare il nostro lavoro così da consentirci di continuare ad offrirti il meglio delle notizie.




2 Commenti

  1. Chissà perché quando il Napoli perde tutti i commenti sono acidi e per nulla veritieri. Il Napoli del primo tempo ha dimostrato quale è il valore di questa squadra.

  2. La sconfitta ci sta tutta. Adesso come adesso l’Atalanta ci è superiore come qualità. Partire da dietro, dal portiere praticamente, come vuole ossessivamente Gattuso, fa correre dei rischi perché non siamo sufficientemente tecnici. La squadra inarrivabile per questo gioco fu il Barcellona di Guardiola. Noi siamo lontani anni luce. Ci basterebbe una difesa più chiusa e ripartenze veloci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.