Gattuso: “Prendiamo troppi gol e ne segniamo pochi”

0
694

Rino Gattuso, allenatore del Napoli, è stato intervistato su Sky Sport stasera dopo il pareggio contro il Milan. Queste le sue parole sintetizzate dalla redazione di NapoliSoccer per i propri lettori. 

“È la prima volta che sfido il Milan, ho provato tantissime emozioni. Non fatemi domande sul rigore perché non rispondo. Parliamo della partita che abbiamo giocato. Per giocare a calcio le mani sono importanti. Non posso pensare che un giocatore sistematicamente deve giocare con le mani dietro la schiena, è un altro stop. Quest’anno c’è il record di rigori per falli di mano, bisogna rivedere questa regola. Chi ha giocato a calcio sa che le mani non si possono mettere sempre dietro la schiena. È un discorso di cui si parla 2-3 volte all’anno già da un paio d’anni, eppure non è cambiato nulla. Ma parliamo della partita, non fatemi fare polemica.

Devo arrabbiarmi coi miei calciatori perché quando creiamo dobbiamo buttarla dentro. Non è un problema solo degli attaccanti, ma anche degli altri. Creiamo, arriviamo facilmente negli ultimi venti metri e sbagliamo ancora tanto. Dobbiamo migliorare. La squadra si sta impegnando, i ragazzi corrono tanto. Noi stiamo creando, è evidente che tante volte non facciamo gol con facilità. È  un aspetto che si tocca con mano ultimamente.

Ho anche la sensazione che sia facile segnarci. Oggi il Milan, che di solito crea tanto, ha tirato due volte e ha fatto due gol. Per ciò che subiamo prendiamo troppi gol e ne segniamo pochi, l’analisi è giusta. Stiamo migliorando sulla prima pressione. Sono molto contento perché per 2-3 mesi mi avete dato del ‘catenacciaro’, perché aspettavo e davo campo agli avversari. È per non regalare. Callejon? Dovete chiederlo a presidente e direttore sportivo. Loro sanno cosa penso del giocatore, cosa sta dando. Poi è chiaro che bisogna rispettare anche la politica della società. È una cosa che riguarda presidente e direttore sportivo”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.