Inter-Napoli 2-0. Non è l’assenza degli spettatori. Le pagelle di NapoliSoccer.NET

2
1180

LEPAGELLE.jpgNo, non è l’assenza degli spettatori il problema di questo Napoli. E’ più grave la presenza di alcuni giocatori ormai fuori dal progetto, per scelta loro o per scelta tecnica. E’ un Napoli che proprio non va. 

Meret: 5,5 – In ritardo sul secondo goal interista. Rischia in una uscita sconsiderata nel finale. Non all’altezza delle sue potenzialità

Hysaj: 5 – Di lui si ricorda che, una volta, segnò contro il Sassuolo.   Dall’84’ Malcuit: SV

Maksimovic: 6 – La difesa azzurra subisce due goal ma potevano essere di più senza la buona guardia di Maksimovic e Koulibaly.

Koulibaly: 6 – Lukaku lo mette alla prova anche fisicamente, e non sono molti in Italia a poterselo permettere. Si lascia risucchiare sull’azione del primo goal nerazzurro e si fa trovare fuori posizione. Una pecca per un giocatore come Koulibaly.

Rui: 5,5 – Sull’azione del vantaggio interista, è lui che perde la palla. Meno presente delle ultime uscite in fase di attacco. Non sempre impeccabile in copertura. Dal 65′ Ghoulam: 6 – Prova pure a mettere la palla in mezzo, di prima con il mancino, ma il Napoli stasera in attacco proprio non c’era.

Elmas: 6 – E’, dopo Zielinski, l’azzurro che prova il tiro di più, nella serata in cui gli attaccanti non attaccano, tre tiri Elmas e tre dribbling riusciti su quattro rispondono all’assenza di idee di collettivo.

Demme: 5 – E’ l’azzurro con il maggior possesso palla. E con una discreta media passaggi. Stop. Ennesima partita senza capo né coda, senza costruzione né interdizione. Fortuna per lui che la palma di peggiore in campo anche oggi spetta di diritto a Milik.

Zielinski: 6,5 – La totale insipienza tattica di Demme lo costringe ad arretrare troppo per aiutare nell’uscita dalla fase difensiva. L’impressione è che la sua sia una voce che grida nel deserto, i compagni non lo seguono quanto meriterebbe. E l’assenza di un compagno capace di supportare le giocate lo condiziona oltre misura.  Dal 65′ Allan: 5,5 – Entra per dare muscoli e per aiutare a contenere la pressione interista. Guardandolo ci sono tornati in mente i giudizi dei tempi della scuola: “Il ragazzo non sarebbe male, però non si applica”.

Politano: 5 – In alcuni momenti sembra uscito da un film di una volta, quelli in cui la burocrazia prevedeva timbri quadrati, rotondi, rettangolari. Lui, l’uomo dei timbri, a fine giornata stanco di una giornata impegnativa, tornava a casa con la sua giacchettina lisa e con i gomiti di velluto. Dal 75′ Lozano: SV

Milik: 4 – Non è solo inutile, in campo, è perfino irritante. Ci scuserà chi non ha visto la partita, ma non è che non vogliamo raccontare la sua gara, è che proprio non c’è stata una sua partita.  Dall’84’ Callejon: SV – Dodici minuti in campo, quasi non tocca palla, eppure fa molto più di Milik

Insigne: 6 – Come Zielinski. Per troppo tempo solo e inascoltato. Eppure la voglia dimostra ancora di averla.

Domenico Infante – NapoliSoccer.NET

 



2 Commenti

  1. Ma cari amici napoletani veramente volete che sia Gattuso a dovere guidare il Napoli nella prossima stagione??? Allora prepariamoci ad un’altra stagione di perfetta anonimia. Ma vi rendete conto??.

  2. Giocatori senza motivazioni. Un pò di colpa va data anche all’allenatore.
    I giocatori sono di qualità non eccelsa (tranne rare eccezioni) e per rendere devono applicarsi.
    La giocata del singolo che risolve la partita da noi non c’è.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.