Barcellona-Napoli: partenopei eliminati dai Catalani

2
1554

Barcellona-Napoli è finita 3-1.

Barcellona e Napoli si sono giocati un posto ai quarti di Champions in un Camp Nou, vuoto, muto ed in un’atmosfera al limite del surreale per un ottavo di Cha mpions.

Una partita importante, bella, piacevole che a scapito del risultato gli azzurri hanno interpretato bene e con il piglio della grande squadra.

Il Napoli è sceso in campo con un unico obiettivo: essere corto, compatto, fraseggiare con personalità, costruire dal basso e cercare di far gol il prima possibile.

Un approccio studiato in allenamento e messo in pratica nei primi minuti; infatti quando il Napoli ha costruito dal basso, il Barcellona ha provato a pressare alto ma in questa situazione di gioco la squadra padrone di casa è parsa molto squilibrata.

Al 2’, sfruttano una di queste situazione, il Napoli è andato vicino al gol con Mertens, che ottimamente imbeccato da Insigne, ha sfruttato un errore di Piqué, ma la sua conclusione è terminata sul palo esterno.

Poco dopo è ancora la squadra azzurra pericolosa ma l’azione di Callejon è stato chiuso perfettamente.

Al 4’ la conclusione di Mario Rui da metà campo è terminata di poco a lato.

Il Barcellona ha avuto a disposizione un potenziale offensivo molto forte; perciò ogni qualvolta si sono affacciati nella metà campo azzurra, hanno messo timore agli avversari.

Al 7′ la conclusione di Messi dalla distanza è stata murata in angolo da Koulibaly. Sullo sviluppo del corner successivo, i blaugrana sono passati in vantaggio con Lenglet, che di testa ha battuto un incolpevole Ospina.

Tuttavia, la rete del Barcellona è stata viziato da un fallo dello stesso Lenglet, che ha spinto Demme, il quale per una serie di effetto domino ha buttato a terra Koulibaly.

Dopo il gol incassato, il Napoli ha un po’ subito il colpo, il Barcellona ha iniziato a prendere campo ed attraverso un continuo e costante possesso palla ha impedito al Napoli di giocare.

Al 13’ il tiro di Rakitic dalla distanza è terminato out.

Al 21’ Napoli nuovamente pericoloso ma il tiro di Insigne è terminato alle stelle.

Poco dopo il Barcellone ha raddoppiato con Messi: l’asso argentino con un’azione da cineteca ha saltato Insigne, Mario Rui e Koulibaly, sfruttando un rimpallo ha battuto nuovamente Ospina.

Al 24′ Barcellona pericoloso con Suarez ma la palla è terminata di poco a lato. Poco dopo Zielinski, ha sbagliato un passaggio semplice per Callejon.

Al 30’ terzo gol del Barcellona: il tiro di Suarez dalla distanza è stato respinto da Ospina, la palla è andata da De Jong, che ha scodellato al centro verso Messi, che ha stoppato la palla, ha calciato ed ha segnato.

Tuttavia, dopo un lungo consulto al VAR, l’arbitro ha annullato il gol per un presunto tocco di braccio da parte del capitano blaugrana.

Sulla lunga la partita è un po’ calata d’intensità ma al 40’ l’errore di Koulibaly, che è costato caro al Napoli: perdendo tempo, si è lasciato recuperare da Messi, nel tentativo di rilanciare il pallone il difensore partenopeo ha colpito il capitano del Barcellona e nello scontro in area entrambi sono rimasti a terra.

Dopo un lungo consulto con la sala VAR e dopo aver visionato le immagini, l’arbitro ha concesso il rigore. Dagli 11 metri si è presentato Suarez, che ha spiazzato Ospina.

Nei cinque minuti di recupero il Napoli ha accorciato le distanze: scontro in area tra Rakitic e Mertens, l’arbitro non ha avuto dubbi ed ha concesso il rigore.

Sul dischetto è andato Insigne che con freddezza ha battuto il portiere avversario.

L’ultima azione del primo tempo è del Napoli: Insigne ha seminato panico nell’area avversaria ma non è riuscito a concretizzare l’azione.

Nella ripresa il Napoli è parso più attivo ed ambizioso, mentre il Barcellona, quando è stato in possesso del pallone, ha gestito il vantaggio, giocando con il cronometro attraverso un fraseggio manovrato ed intelligente.

Gli azzurri subito ambiziosi si sono presentati in area di rigore avversaria: al 50’ il colpo di testa di Koulibaly è deviato in angolo.

Poco dopo il tiro dalla distanza di Fabian è terminata di poco out.

Al 53’ cross di Callejon, il tiro di Mertens deviato è diventato un assist per Insigne, il quale dall’interno dell’area di rigore ha colpito la palla debolmente di testa.

Al 62’ Insigne ha saltato Semedo, ha servito Mertens ma la palla non è stata raggiunta dal belga.

Al 60’ Barcellona pericoloso, su un errore di Manolas ma sia Jordi Alba che Suarez non sono stati abili a sfruttare l’occasione.

Sulla lunga il Barcellona si è abbassato tantissimo, Gattuso ha dato maggior potenziale offensivo inserendo Lozano e Politano per Callejon e Zielinski, il Napoli ha continuato ad attaccare senza riuscire a trovare la via del gol.

Al 70′ grande invenzione di Insigne, che ha messo la palla al centro dove Lozano letteralmente solo ha mandato alto.

Al 75’ la conclusione di Politano è terminata fuori.

All’80′ cross di Mario Rui e gol di testa Milik ma l’arbitro ha annullato per fuorigioco del polacco.

All’85′ sul cross di Politano, Lozano ha colpito di testa ma la sua conclusione è terminata sul palo con un Ter Stegen non molto attendo in questa occasione.

Nei 5 minuti di recupero il Napoli ha avuto costantemente il pallino del gioco ma non è riuscito a costruire grosse occasioni per mettere in difficoltà il Barcellona.

Al triplice fischio il Barcellona ha vinto per 3-1, ha battuto un buon Napoli, che nel secondo tempo ha giocato una gara di personalità ma si è dovuto arrendere a Messi e compagni, abili a sfruttare le poche occasioni che hanno avuto nella prima frazione di gioco.

Il Napoli dal canto suo deve recriminare di non essere riuscito a sferrare il colpo decisivo, quando la squadra padrone di casa era ormai alle corde.

Con questa vittoria Barcellona ha continuato la sua striscia positiva in Champions al Camp Nou, ha centrato per la tredicesima volta consecutivo l’accesso ai quarti di finale di Champions.

Il Napoli invece conclude con una sconfitta la stagione 2019/2020 e per la terza volta nella sua storia è stata eliminato agli ottavi di Champions.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo su NapoliSoccer.NET ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie sul Napoli (news, calcio, calciomercato e tanto altro). Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

 

Supporta NapoliSoccer.NET

Caro lettore, i giornalisti di NapoliSoccer lavorano con impegno e dedizione, senza scopo di lucro, per fornire notizie precise ed affidabili. Se apprezzi il nostro operato, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un contributo a piacere per supportare il nostro lavoro così da consentirci di continuare ad offrirti il meglio delle notizie.




2 Commenti

  1. Tutti i pronostici ci davano nettamente sconfitti. C’è solo da fare qualche considerazione. E’ mancata la “ferocia agonistica” di alcuni elementi. In primis Koulibaly, che oramai si sente un corpo estraneo nella squadra.
    E’ mancata la sagacia tattica di Callejon che è già un giocatore svincolato. Eppure ha giocato al posto di chi dovrebbe subentrargli (Politano)
    E’ mancata la “diga” Allan che nemmeno è sceso in campo.
    Una citazione particolare per il portiere. Fa male vedere in porta un Ospina che non ha praticamente mercato a scapito di un elemento di assoluto valore come Meret che venendo a Napoli si è “giocato” la nazionale.
    Al suo posto chiederei di essere ceduto.
    Per la precisione TRANSFERTMARKET valuta Meret 20 MLN e Ospina appena 2 MLN
    E’ quanto dire.

  2. Quando dico che Gattuso è completamente a digiuno di calcio non sbaglio e non sbaglio neanche quando affermo che per noi tifosi (napoletani) si presenta e si prospetta un altro anno di perfetto anonimato.
    Mi fanno ridere e sorridere quei quattro giornalisti e/o opinionisti (intendo quelli asserviti alla corte di ADL) che esaltano le grida e la cazzima (?) di Gattuso quando fa il “matto” a bordo campo. Sa fare solo quello ma di calcio neanche l’ombra. Siamo destinati ad un altro anno di “miseria e nobiltä”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.