Barcellona-Napoli, le pagelle di Napolisoccer.Net: il Napoli si inchina a Messi, buona prova degli azzurri

1
1491
LEPAGELLE.jpg

Il Napoli deve inchinarsi alla classe di Messi ed alla prestazione disastrosa del direttore di gara. L’arbitro concede un gol che spiana la strada al Barcellona. Tanti errori di Koulibaly. Insigne, pur in non perfette condizioni fisiche, gioca da campione. Ottimo l’approccio alla gara dei partenopei. 

Ospina 6: se avesse anticipato l’intenzione di Messi di calciare sul secondo palo in occasione del raddoppio probabilmente ci sarebbe arrivato ma sostanzialmente non ha colpe sui gol del Barcellona. 

Di Lorenzo 5,5: non ha grande esperienza internazionale e questa volta sembra giocare in modo timoroso. 

Koulibaly 4: regala l’angolo del primo gol, non ferma Messi sull’azione del raddoppio, calcia il piede dell’argentino in occasione del rigore trasformato da Suarez. Sbaglia la maggior parte delle impostazioni dal basso. 

Manolas 6: gara sufficiente, limita Suarez ed intercetta palloni pericolosi che vagano in area di rigore. 

Mario Rui 5: la sua sfortuna è quella di dover contrastare il giocatore più imprevedibile del mondo ma spesso sembra abbia la postura sbagliata per provare a fermare Messi. 

Fabian Ruiz 5: dà sempre la sensazione che possa inventare qualcosa, una sensazione che resta tale in quanto sbaglia sempre la scelta. Dal 79′ Elmas s.v. 

Demme 5: gioca soltanto 45 minuti, non riesce ad incidere sia in fase di costruzione che di interdizione. Dal 46′ Lobotka 6,5: c’è grande differenza tra la sua prestazione e quella di Demme. Dirige il gioco nella ripresa e il Napoli domina. 

Zielinski 5: da un giocatore col suo talento è lecito attendersi qualcosa in più. La cosa migliore la fa quando spende in modo intelligente un’ammonizione per fermare Messi lanciato in contropiede. Dal 70′ Politano 5: entra con Lozano per provare a cambiare passo, fa il solito movimento a rientrare sul sinistro ma i giocatori del Barcellona lo conoscono e non si fanno sorprendere. 

Callejon 5: solito impegno sul piano atletico e dell’attenzione tattica ma negli ultimi sedici metri non si vede mai. Dal 70′ Lozano 5: Gattuso prova a cambiare la gara passando al 4-2-3-1, inserisce il messicano il quale non offre un apporto determinante. 

Mertens 5,5: una sola possibilità di segnare nei primi minuti di gioco, forse avverte il peso dell’occasione e colpisce male il pallone con il sinistro, la palla termina sul palo. Guadagna con furbizia il rigore trasformato da Insigne.  

Insigne 7: recupera in modo quasi prodigioso dall’infortunio subìto contro la Lazio. Gioca da leader, dal suo piede partono le azioni più pericolose degli azzurri. Trasforma con freddezza il rigore guadagnato da Mertens. Dal 79′ Milik 6: gioca con determinazione il finale di gara. Realizza un bel gol, annullato per fuorgioco.

All. Gattuso 6: gara persa ma dominata per gran parte della sfida. Di certo non può nulla contro la pessima prestazione dell’arbitro ed il miglior giocatore del mondo. Nella ripresa tenta il tutto per tutto togliendo Zielinski e passando al 4-2-3-1. Buon Napoli, approccio alla gara corretto. 



1 COMMENTO

  1. Con la difesa che ci ritroviamo non avevamo una sola possibilità di passare. Anche come squadra siamo lontani anni luce dal Barcellona, anche da questo Barcellona falcidiato dalle numerose assenze. Qualche giocatore del Napoli si è ulteriormente svalutato (es. Koulibaly). Probabilmente farà la fine di Allan, che sarà ceduto per meno della metà di quanto offrivano l’anno scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.