Il punto sul Napoli Femminile alla sosta del Campionato

0
774
Il Napoli Femminile è ultimo in classifica.

Il Napoli Femminile, come d’altronde tutto il resto del Campionato Femminile, è in sosta, per dare spazio alla Nazionale e alla Coppa Italia.

Una pausa che serve alla squadra partenopea per riflettere, ricaricare le batterie e migliorare in vista della ripresa del torneo.

Ad oggi l’andamento della squadra partenopea è molto negativo, la rivoluzione copernicana attuata ad inizio stagione, ovverosia di mandar via buona parte del gruppo storico, quello zoccolo duro artefice del doppio salto dalla C alla A, non ha dato i suoi frutti ed il Napoli Femminile è ultimo in classifica con 0 punti.

Marino sta continuando il suo percorso sulla panchina azzurra e nonostante i risultati, che fin qui non sono dalla sua, ha dimostrato ancora una volta di essere un buon allenatore, tatticamente preparato e tra i migliori in circolazione nel panorama calcistico femminile italiano.

La sua è una squadra con un’idea di gioco propositiva, che ama giocare palla a terra e che cerca di attaccare il più possibile.

Le ragazze, pur non avendo immagazzinato del tutto il credo tecnico dell’allenatore, fino ad ora hanno giocato bene, hanno espresso un buon calcio ma sebbene riescano ad essere unite e compatte, spesso non sono riuscite a portare a casa il risultato a causa di errori banali.

Il Napoli Femminile è una squadra a trazione offensiva, propensa all’attacco ma che ha trovato attraverso un baricentro basso, nell’essere corti e compatti ed un modulo che può variare in corso d’opera, in base ai movimenti delle proprie avversarie la propria compattezza in fase difensiva.

I numeri sono chiari e parlano di un Napoli Femminile, che tra le squadre in corsa per non retrocedere ha la miglior difesa ed il peggior attacco.

Partita dopo partita la nuova squadra sta lentamente immagazzinando il credo tattico del nuovo allenatore e gradualmente sta mettendo in mostra il proprio potenziale.

In queste prime sei partite Di Marino e Di Criscio si sono dimostrate calciatrici affidabili per la categoria e la loro esperienza difensiva è ritornata utile in tanti momenti, Cafferata ha sempre giocato bene, anche se in queste prime partite ha pagato un po’ di inesperienza ed il salto di categoria ma soprattutto hanno impressionato molto il portiere Perez, il difensore Oliviero, l’esterno Hjohlman e il centravanti Deppy, la quale nei giorni scorsi si è infortunata e con molta probabilità ha concluso qui la sua stagione.

Al momento però alla squadra partenopea mancano molto i gol di Eleonora Goldoni. L’ex centravanti dell’Inter ha finalmente recuperato dall’infortunio che, da inizio stagione, l’ha tenuta lontano dai campi di gioco.

Si spera che con il ritorno della Goldoni il Napoli Femminile possa ritrovare nuovamente il successo.

In questo momento la situazione della squadra partenopea non è rosea, dato che se si dovesse interrompere il Campionato a causa del Covid, il Napoli Femminile retrocederebbe in Serie B, dopo un solo anno di permanenza in massima serie.

Per mantenere la categoria, non basta solo giocare bene ma bisogna soprattutto portare a casa il risultato negli scontri diretti.

Come detto fino ad ora il Napoli Femminile ha giocato sei partite contro Pink Bari, Fiorentina, Sassuolo, Inter, Florentia San Gimignano ed Empoli Ladies.

Senza dubbio Fiorentina, Sassuolo e Ladies Empoli sono squadre di blasone superiore ed attualmente Sassuolo e Ladies Empoli sono in corsa per il titolo, distanziate rispettivamente di 2 e 6 punti dalla vetta.

Ad inizio Campionato anche la Fiorentina era tra le candite al titolo ma i 3 passi falsi nelle ultime 3 hanno portato al ridimensionamento della squadra viola e ad oggi ha solo 6 punti di vantaggio dalla zona rossa.

Per quanto riguarda Pink Bari, Florenzia San Gimignano ed Inter, sono senza dubbio squadre di caratura inferiore e di certo alla portata del Napoli Femminile.

Le azzurre hanno perso in trasferta contro Pink Bari e Florentia San Gimignano, mentre hanno pareggiato al Caduti di Brema contro l’Inter per 1-1.

Tuttavia, la squadra partenopea si è vista negare il risultato dal giudice sportivo, che ha inflitto alla squadra di Marino lo 0-3 a tavolino, a causa del mancato inserimento in distinta del medico e dell’utilizzo di sei giocatrici non formate in Italia.

In merito a questa situazione nei giorni scorsi, il Napoli Femminile ha presentato reclamo alla Corte Sportiva d’Appello Nazionale attraverso l’avvocato Riccardo Guarino.

Il reclama della società partenopea si fonda su elementi e fatti incontrovertibili; infatti, l’errore tecnico dell’arbitro, di far giocare la partita nonostante l’assenza del medico sociale in distinta, tra l’altro presente in campo e negli spogliatoi prima, durante e dopo la partita, come testimoniano le immagini allegate al ricorso.

Inoltre, l’utilizzo di sei calciatrici non formate in Italia non implica alcuna sanzione. Per questo motivo, il Napoli Femminile ha chiesto la ripetizione della partita con l’Inter o in subordine di veder ristabilito il verdetto del campo.

Inoltre, è stata chiesto di annullare o ridurre la squalifica del dirigente Sara Sibilio proprio in virtù della accertata presenza in campo del medico sociale.

Il Campionato Femminile riprenderà il 7 novembre, con il Napoli che affronterà in casa il Milan di Maurizio Ganz, terzo in classifica ed a 3 punti di distacco dalla vetta, mentre il 15 novembre avrà lo scontro diretto salvezza in casa del San Marino.

Tuttavia, nella giornata di sabato nel Napoli Femminile è stata riscontrata una positività al Covid-19 di una giocatrice della prima squadra, gli allenamenti sono stati sospesi e le altre calciatrici sono attualmente in isolamento fiduciario.

Nella giornata di lunedì i componenti del gruppo squadra si sono sottoposti ad un nuovo giro di tamponi.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo su NapoliSoccer.NET ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie sul Napoli (news, calcio, calciomercato e tanto altro). Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

Condividi
Articolo precedenteReal Sociedad-Napoli si giocherà a porte chiuse
Prossimo articoloGiudice Sportivo, un solo squalificato
Perennemente distratto ma appassionato di calcio e soprattutto del Napoli. Giornalista pubblicista, collaboro da tempo con NapoliSoccer.NET, che considero praticamente la mia seconda famiglia. Mi occupo principalmente di interviste in esclusiva e della Primavera azzurra, mi piace il contatto con i tifosi e spesso mi troverete nelle strade di Napoli a chiedervi interviste e pareri.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.