Game Over – Iacobelli: “Napoli, qualcosa non gira per il verso giusto”

8
115

 

gameoverAppuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.

 

Commentare una partita come quella di ieri non è facile. Il Napoli poteva dare una svolta alla stagione andando a vincere a San Siro e invece dobbiamo accontentarci di un semplice 0-0. Certo quando si pareggia a Milano il bicchiere è sempre mezzo pieno, ma per come si era messa la partita…

Il Milan ha giocato meglio, basta vedere le occasioni da rete create dalle due squadre. Quando Lavezzi non fa il Lavezzi gli azzurri fanno tanta fatica, proprio come quando il Pocho è assente. Hamsik, Lavezzi, Cavani, Pandev, Inler. Nessuno dei cinque è riuscito a creare la superiorità. C' è riuscito Ibrahimovic con una manata ad Aronica, ma niente; il Napoli non solo non ha mai impensierito Amelia (se non con il colpo di testa tirato fuori da Cavani), ma anzi, anche con l' uomo in meno, il diavolo ci ha messo sotto.

No, non è stata una prestazione positiva quella del Napoli, considerando che, secondo tutti i giornali il migliore in campo è stato De Sanctis. Evidentemente siamo ancora lontani anni luce dalle grandi del campionato italiano. Pure in classifica. Non riusciamo più ad essere incisivi, non riusciamo più a dettare i ritmi agli avversari. Se con la Juve, l'Inter, l'Udinese e i rossoneri all'andata eravamo riusciti a fare la partita, questa volta non è successo. Troppo forte Ibra? Forse. Ma anche gli azzurri sono apparsi appannati e sottotono. E meno male che Robinho ci ha graziati.

Capire che cosa si sia incrinato nel meccanismo partenopeo non è facile ma qualcosa non gira per il verso giusto. Personalmente non credo nella teoria dei troppi impegni. Anche l'anno scorso il Napoli era impegnato su tre fronti, ma non è mai rimasto così tanto senza vittorie. Certamente Inler avrebbe dovuto far fare un salto di qualità alla squadra, ma non possiamo inquadrare in un singolo la crisi di un collettivo. Probabilmente il Napoli non riesce a giocare bene come nella passata stagione perché gli avversari ci conoscono meglio. Hanno imparato a prendere le misure ad un determinato tipo di gioco; gioco che non sempre riesce a sfociare in situazioni utili. Mazzarri prova a cambiare a partita in corso, ma spesso in maniera confusa. Quando sei con un uomo in più non puoi cambiare Dzemaili con Inler e tenere in panchina Vargas. E' un chiaro segnale di inferiorità rispetto ad un avversario che, in inferiorità, fa entrare Maxi Lopez.

Sull'episodio arbitrale che ha deciso la partita non sono del tutto d'accordo con Mazzarri. Se è vero che Ibra ha dato una manata ad Aronica, lo stesso giocatore non ha dato una "carezza" a Nocerino. Senza contare poi il gomito alto del napoletano su Nocerino che ha aperto la contesa. 

Concentriamoci sulla Coppa Italia, vero obiettivo stagionale, sperando di centrare prima di tutto l'Europa League e tentando di portare a casa un trofeo che manca da troppo tempo.
 
Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET



8 Commenti

  1. articolisti e commentatori, non perdete tempo a cercare i perche’ e i percome, il napoli e’ la stessa squadra forte dell’anno scorso anzi molto piu’ forte…la differenza sta nel fatto che aurelio non ha ceduto alle intimidazioni della malavita organizzata ma i giocatori ne hanno subito il peso…tutto qui’..non si batte il city e si pareggia con il monaco, se non si e’ forti quindi perdere o pareggiare con le provinciali non ha senso e non e’ VERITA’.
    MI GIOCO QUELLO CHE VOLETE.

  2. Forse quella di ANTONIO è una teoria azzardata …ma forse non così lontana dalla realta’ e le varie faccende che sono capitate ai n/s tre tenori negli ultimi periodi non si allontanano troppo da quello che successe nel campionato poi perso dopo esser stati primi fino a tre domeniche dalla fine!!! X la prima volta l’articolo di Iacobelli sulla disamina dei perche’ e dei x come mi sembra azzeccato e veramente incisivo sulle responsabilita’ attribuite all’allenatore……che secondo me se ne deve andare , e subito!!!

  3. Io spero non sia così Antonio…Lo spero con tutto il cuore perché sennò sarebbe la fine..una cosa bruttissima… Per Napoli e per il calcio. Speriamo allora di vincere con il Siena e di andare in Europa League

  4. Dietrologia del cxxxxx : a Napoli siamo bravissimi a farla perche’ troppo smaliziati e malpensanti. Nessuno crede alle cose piu’ semplici, tipo che i nostri si siano come dire… imborghesiti un tantino? non vedo quella velocita’, quella “cattiveria” quell’entusiasmo che portarono Mazzarri e la sua banda ad infilare 16-17 risultati utili consecutivi 2 anni fa….questa squadra e’ lontana parente di quella… altro che modulo, o malavita !

  5. non credo affatto quello che ha scritto antonio xche0 alla 1a minaccia de lauretiis avrebbe lasciato sono invece d accordo e codivido l ottimo articolo del mister

  6. Caro mister, sbiadita l’arrabbiatura e valutando il tutto con molta calma, ho tratto la seguente conclusione.
    Oramai il campionato è andato (almeno per le aspettative scudetto e champions) e, quindi, è inutile sprecare energie, tanto la europa league è più facile conquistarla battendo il siena ed andando in finale contro due squadre (il milan e la rubentus) che finiranno sicuramente nei primi tre posti.
    Pertanto ritengo che sia giusto lottare fino in fondo in champions (non si sa mai, la palla è rotonda) e conquistare la coppa italia.
    Valutando tutto da questo punto di vista, è possibile spiegare in parte le ultime scarse prestazione di campionato, oltre ai mea culpa di mazzarri.
    N.P.

  7. Caro peppegol il tuo commento e’ comprensibile e si avvicina agli uomini innamorati che non vedono che la propria donna li sta tradendo quindi , umanamente , e’ assumibile ma io credo che Antonio abbia ragione e lo commento, anche io , da un po di tempo….biglietti gratis e calcioscommesse sono da tenere in considerazione …un puledro di razza non diventa brocco da un giorno ad un’altro basta guardare attentamente le ultime partite del napoli per capire che l’impegno e la voglia di giocare e’ venuta meno nei calciatori. (ricordatevi solo questo: Mortaretti sparati allo stadio quando tutto era in silenzio e per far prendere multe al calcio Napoli…rapine a mano armata a diversi giocatori del napoli e fidanzate degli stessi..vi sembrano casualita’? A me proprio no) ed adesso vogliamo commentare che il napoli non ha energie? Scommettiamo che con il chalsea e il siena , la ritroviamo l’energia?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here