Basket: Serie A in tre al comando,Milano sconfitta a Caserta

0
106

Tre turni di Serie A e tre sole in testa alla classifica da imbattute. Pur sudando le proverbiali sette camicie, a dimostrazione che questo campionato sara’ equilibrato sino alla fine, Siena, Roma e Virtus Bologna restano tutte sole a guidare il plotone, pur consapevoli che, in questa stagione, non sara’ facile organizzare delle fughe a lunga gittata. La corazzata Montepaschi, ad esempio, campione d’Italia in carica e tra le regine dell’Eurolega, espugna solo al fotofinish il PalaScapriano, battendo una Banca Tercas Teramo in gran spolvero per 82-81 grazie al supplementare (al 40esimo lo score era sul 70-70). Faceva bene coach Pianigiani a temere gli abruzzesi di Capobianco, che vanno vicinissimo al colpaccio pur inseguendo sempre i biancoverdi, trascinati da un Kaukenas ‘mostruoso’ (28 punti e 32 di valutazione). A nulla, allora, serve notare che tra i teramani hanno una mano caldissima Carroll (23 punti), Poeta (20) e Amoroso (20). Niente overtime ma uguale fatica per la Lottomatica, che fa festa al PalaBiella contro un’Angelico che si inchina per 94-85 nonostante i 31 punti di Smith: Roma porta in doppia cifra ben cinque elementi, tra cui un Brezec sempre piu’ in palla (17 punti) e un De La Fuente (14) determinante. Tre su tre anche per la La Fortezza Bologna, che nel posticipo serale coglie una netta affermazione casalinga contro la Snaidero Udine, sconfitta per 91-74 sebbene Torres metta a segno 23 punti. Un altro match di cartello era l’anticipo di mezzogiorno tra due delle regine degli anni Settanta e Ottanta, la Eldo Caserta e l’Armani Jeans Milano, risolto sul filo dell’ultima sirena da un tap-in di Slay (17 punti), che fissava il risultato sul 70-68 per i campani, sospinti anche da Diaz (21). Si decidono in volata anche i match del PalaSavelli e del PalaSojourner. La Premiata Montegranaro ha la meglio sulla Fortitudo Bologna per 91-89 grazie ai 19 punti di Minard e ai 17 di Hunter e Taylor, in un match che registra anche i 24 punti di Mancinelli e i 23 di Woods, autentici star della Effe di Sakota. La spunta d’un soffio anche la Solsonica Rieti, che si aggiudica per 61-59 l’incontro con la Scavolini Spar Pesaro, che puo’ solo consolarsi per i 16 punti di Curry e Hicks. Nell’anticipo di ieri, tonfo della Benetton Treviso sul parquet della Carife Ferrara (88-73). Domani il turno si chiude con la sfida del PalaPianella (ore 20.30) tra la Ngc Cantu’ e l’Air Avellino.

Fonte: Agi



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here