Un centrocampista ed una punta per puntare alla Champions

5
108

Annunci per gli acquisti, Marino i procuratori ed il mercato di… Natale!
Anche se per taluni clubs inizia a stringere il tempo delle riparazioni di gennaio per Pierpaolo Marino il mercato non finisce mai. Alla luce di questo primo scorcio di campionato possono essere calibrate diversamente le mire del club azzurro, data la convincente compattezza del gruppo ed i punti fin qui racimolati che collocano la banda del furlan in piena zona champions. Come rinforzare la rosa ed in che prospettiva, è  il messaggio che De Laurentiis oggi manda al suo braccio destro, quel direttore generale a cui piace confermarsi nel suo stile, con acquisti in chiave prospettica che, abbandonato lo stile Udinese, ora diventano tasselli che rimangono granitici in un mosaico fatto di speranzosi anatroccoli, ormai sempre più pronti ad indossare permanentemente la lussuosa livrea da cigno. Grane contratti vanno trattate a parte, anche se la più evidente appare legata non direttamente al Pocho ma a quel figuro, sedicente, suo procuratore Mazzoni, che alla vigilia della partita con l’Inter  incontrai per caso in un noto albergo milanese. Non ne cavai subito una bella impressione in termini di fisiognomica, qualche scambio di battute tra il continuo trillìo del suo focoso cellulare mi preoccupò non poco, anche perchè riuscì a minare come una sirena di Ulisse le mie sicurezze sulla permanenza in azzurro di Lavezzi. Fortuna che qualche giorno dopo il Pocho rilanciò con parole d’affetto verso la maglia azzurra e Napoli, sua nuova città adottiva. Questo anche per dire che Marino tra qualche settimana avrà modo di sciogliere le riserve e tirare la rete nella quale probabilmente nessun nome tra quelli accostati sarà protagonista. Come un film già visto, perchè si sà che Marino nel depistaggio rimane un asso tale da poter trovare degna scenggiatura tra le pagine di Fleming, da 007 in smoking  insieme a James Bond. Per cui con il solo accostamento Banega è già bruciato, il giovane ’88 del Modena Biabiany presto sarà dimenticato e spiace dover immaginare che non avrà futuro la voce di un ritorno di Pozzi all’ombra del Vesuvio, sicuramente uno dei centravanti italiani più promettenti insieme a Robert Acquafresca. Ricordo però che a più riprese il dg azzurro è stato più volte avvistato qua e là ad assistere alle partite dell’Empoli, tanto da invaghire molti tifosi nel segno di Lodi. Fatto sta che oggi venti contrari soffiano alle spalle di Pià perchè la serie A non è attualmente adatta alla sua caratura e il posto ci sarebbe. Però qualche aliseo spira anche per il panteron Zalayeta che soffre non poco il naturale dualismo con il Tanque Denis e che fin qui non è riuscito a soddisfare in termini di realizzazioni il bisogno endemico della squadra, a cui manca evidentemente un "Bomber " con la B maiuscola. La squadra, nel suo complesso, cresce bene sotto gli occhi sapienti della triade DE-MA-RE ed a noi tifosi non rimane che attendere gli annunci per gli acquisti. Ma la domanda nasce spontanea: "Saranno (sempre se ce ne saranno, ovviamente) solo in chiave prospettica o magari arriverà anche qualche tassello di caratura, capace di dare al gruppo quel valore aggiunto tale da poter lanciare in primavera con convinzione lo sprint alla zona champions?" Come dice il presidente, l’appetito vien mangiando e specialmente a Natale, tra un capitone e l’insalata di rinforzo, noi "napoletani" a tavola non abbiamo mai fretta di terminare… però aspettiamo ansiosi la portata successiva !

Antonello Greco – Redazione NapoliSoccer.NET



5 Commenti

  1. La descrizione finale è proprio adatta! Noi napoletani siamo così, come a tavola il giorno di Natale: senza mai “divorare” le pietanze per la “pressa”, mangiamo pensando a ciò che viene dopo!
    Ed io (e chi non come me?) guardo le partite pensando già al calendario della prossima settimana, facendo conti scaramantici per la classifica da Champions del Napoli. La mia preoccupazione è una sola ed è proprio quella che pone Antonello Greco: cosa farà la società “andando al mercato”? Prenderà una torta gelato giusto per festeggiare un fin qui più che decente campionato o acquisterà una meravigliosa pastiera??

  2. Non capisco perche’ Lodi, che mi e’ sempre piaciuto, non trovi collocazione in una squadra di serie A(magari al posto di Dalla Bona). Anche Pozzi, come acquisto di prospettiva non sarebbe male. Certo meglio lui che Pia'(che NON vede la porta e non ha alcun nerbo agonistico). Buona l’idea Cigarini (anche se a giugno ’09).
    Per l’anno venturo un centrale alla Sissoko ed una punta “stile” Amauri se el tanque non comincia a segnare a raffica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here