Cannavaro: “Ormai quando perdiamo cantano tutti il nostro inno ma i cori razzisti innervosiscono molto di più”

5
291

cannavaroeuropa-league05

Il capitano del Napoli Paolo Cannavaro è stato il protagonista di oggi del 'Salottino marziano'. Queste le sue dichiarazioni: "Alla cena di martedì abbiamo cantato e ballato tutti insieme. Morgan De Sanctis ci delizia sempre coi suoi balletti, riesce sempre a trasmetterci allegria. 

Il Pocho era divertito. Se dovesse andar via, dispiacerebbe a tutti. Lui è un ragazzo che ha fatto tantissimo in questi anni. Non vorrei essere Mazzarri, sarà difficile scegliere per domenica.
Il terzo posto mancato? Non dobbiamo abbatterci, eravamo a -11 dall’Udinese. E’ comunque arrivata l’Europa League, competizione che non va sminuita".
Quanto a Cannavaro, il capitano stringerà i denti: "Voglio esserci assolutamente. Il dolore man mano sta scomparendo anche grazie al lavoro dello staff. Sono 25 anni che non vinciamo un trofeo, ci sono tutti gli ingredienti per giocare una grande partita. Sono sereno. La Juve è stata la più forte del campionato, ma in una partita unica si azzera tutto. Vorrei fare come Iuliano, l’ultimo napoletano ad alzare un trofeo. Provo tanta ammirazione nei suoi confronti”.
Bisogna riscattare lo 0-3 di Torino: "Ormai è diventata un’abitudine, quando perdiamo cantano tutti il nostro inno. Ma i cori razzisti innervosiscono molto di più”.
Del Piero al passo d'addio con i bianconeri: "Uno come lui è la storia del calcio italiano. Spero che non festeggi”.
Chiusura sulle voci sempre più insistenti di mercato: "Per fortuna non intaccano la nostra serenità. Siamo un gruppo in continua crescita, la nostra società ha una forza economica che molti non conoscono. Il presidente è un vincente nel cinema come nel calcio.
I fischi a Lavezzi? I napoletani sono innamoratissimi del Pocho, sono stati fischi d’amore. Dispiacerà a tutti se dovesse partire, ma sarà delusione non rabbia”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Marte



5 Commenti

  1. nessun errore contro la juventus per avere qualche speranza di portare la coppa a casa, bisogna vincere sono ormai 22 anni dal’ ultimo trofeo, la bacheca piange

    l’ultimo trofeo vinto dal napoli e stata la supercoppa italiana il 01 09 1990 contro la juventus vincemmo 5 a 1, un eternita. il pronostico va tutto alla juventus per avere qualche speranza non si dovra commettere alcun errore capito capitano?

  2. Capitano si vocifera che uno dei motivi per cui l’idolo del San Paolo vuole andare via sia per un episodio che pare sia successo tra il primo ed il secondo tempo della partita con il Chelsea.
    Episodio che ha visto l’argentino prendere qualche schiaffone ( e non intendo la pasta!!!!) da un suo compagno di squadra….. in questo caso giustizia è fatta!!!!!! mandiamolo a cag..e!!!!! e teniamoci il macedone!!!!!!

  3. E bravo. Così da domani ( forse) non canteranno l’inno ma intensificheranno i CORI RAZZISTI durante la gara” tanto per innervosirvi” e se la tattica riesce va a finire che cantano anche l’inno. Siamo proprio furbi !!!!!!!!!!

  4. amico …vediamo di sputare sangue domenica …nn possiamo sopportare un’altra volta sentir cantare il nostro inno da qui rubentini !!! sputate sangue in mezzo al campo domenica!!! …
    p.s. per tutti quelli che facendo riferimento al real madrid e al manchester city , sostenevano che pur spendendo moltissimo nn vincevano nulla ….e allora ?? come la mettiamo ora????…con i campioni almeno la champions sei sicura di farla e inoltre ci sono sempre elevatissime % di vincere qualcosa , con le mezze calzette dobbiam sempre sperare nei santi, ma questi figuarsi se han voglia di pensare alle cagate !!!! per delaurentiis :se nn vuoi spendere soldi per veri campioni, trovaci uno sceicco per il bene del napoli ,e fatti da parte !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!..basta vedere sempre le mani altrui , la nostra piazza merita molto di + che illusioni !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.