La passione azzurra non ha confini: ecco il club Napoli La Spezia

1
1516

Ben tornati, prosegue il nostro appuntamento alla ricerca dei Club Napoli sparsi in Italia e nel mondo. Oggi ci troviamo in una città che si trova all'estremo levante della regione Liguria (La Spezia), una provincia di circa 95.641 abitanti. E' proprio nel capoluogo della omonima provincia ligure che tra i tanti tifosi del Genoa e quelli della squadra locale (La Spezia), nasce nell'anno 2005 il Napoli Club La Spezia, fondato dal personale Militare della Base Elicotteri della Marina Militare di Luni con sede nei pressi del centro sportivo Le Giraffe in località la Scorza. Il Club ad oggi conta un numero incredibile di tesserati, 156 per l'esattezza e tutti innamorati del Napoli. In esclusiva noi di NapoliSoccer.NET abbiamo intervistato Gennaro Brancato, presidente del club suddetto che nelle sue dichiarazioni ha parlato del campionato da poco terminato del Napoli e della finale di Coppa Italia contro la Juventus.

 

Di seguito l'intervista completa

 

Domenica scorsa contro il Siena, gli azzurri hanno disputato l'ultima gara vincendo per 2-1 e chiudendo al 5 posto in classifica il campionato. È stata la 50^ partita di una stagione interminabile, che voto dai al Napoli prendendo in considerazione anche il cammino fatto in Champions? “Di tutta la stagione do al Napoli un 7+, perchè ha raggiunto pienamente la sufficienza senza alcun problema. Gli azzurri potevano avere anche un voto più alto ma nelle ultime prestazioni la difesa, che è sicuramente il reparto in assoluto da tenere d'occhio ha deluso le aspettative della gente. Per quanto riguarda il campionato è stato un po troppo altalenante, perchè ci sono stati dei periodi buoni e altri che ripeto hanno pienamente deluso. Ho visto una squadra stanca e non sempre molto concentrata, e forse la colpa è anche un po di Mazzarri che non ha saputo approfittare delle forze fresche degli altri calciatori a disposizione. Se avesse avuto un po di fantasia in più, avremmo di sicuro accumulato qualche punto in più. L'avventura in Champions è stato di sicuro un viaggio stupendo sia per noi tifosi e credo anche per gli stessi calciatori che bene o male hanno dato il massimo uscendo a testa alta da questa competizione che speriamo di rivedere presto”.

 

La metà del pubblico partenopeo ha fischiato un Lavezzi che secondo le tante voci di mercato ha già firmato un contratto con l'Inter o il PSG. Se così fosse, chi vorresti al suo posto? “Non credo a tutte queste voci di mercato che girano intorno ai calciatori del Napoli, perchè fino a quando non c'è la firma del calciatore e successivamente il deposito del contratto resto sereno. Di sicuro sentir parlare di un Lavezzi in partenza dispiace davvero tanto, e c'è da star male nel sentire quei fischi verso di lui che a mio avviso non merita, nonostante le sue ultime prestazioni abbastanza negative. Il Pocho è un giocatore che a Napoli ha dato tanto e noi tifosi abbiamo ricambiato credo nella stessa maniera sostenendolo sempre anche nei periodi di appannamento, quindi fischiarlo credo sia stato un gesto stupido. Se Lavezzi dovesse andare via, è l'unico dei tre tenori che la società riuscirebbe a coprire senza troppe difficoltà e credo che Jovetic sia un ottimo sostituto. Quest'ultimo tecnicamente è un calciatore che fa la differenza e sono convinto che in una piazza come Napoli farebbe davvero bene. Insigne? E' un campione in prospettiva e tecnicamente non è da meno rispetto a Jovetic, ma resta il fatto che è molto giovane e giocare in una squadra come Napoli che ha degli obiettivi importanti potrebbe metterlo in difficoltà. Credo sia meglio che giochi almeno un altro anno in una squadra come Pescara per poi fare il salto di qualità finale”.

 

Tra qualche giorno c'è la finale di coppa Italia, voi del club Napoli la Spezia sarete all'Olimpico? “Certamente…noi del Club Napoli La Spezia non manchiamo mai, e nonostante le tantissime difficoltà per il solito problema dei biglietti saremo super presenti all'Olimpico per la finale di coppa Italia”.

 

Come preparerete la trasferta? “Abbiamo organizzato un pullman di quelli grandi, dato che ha rappresentare il nostro club saremo in 52. La partenza è fissata per domenica mattina e insieme ad altri club come quello di Genova e quello di Torino ci recheremo nella Capitale per far sentire la nostra voce e spingere il Napoli per tutti e novanta i minuti”.

 

Che Napoli ti aspetti contro la corazzata Juventus? “Mi aspetto di vedere un Napoli come quello che ho visto all'inizio di questa stagione, una squadra che non ha paura di nessuno e che spero darà battaglia in mezzo al campo calcisticamente parlando. Al di la del risultato vorrei vedere undici leoni che lottano fino al triplice fischio finale senza mai mollare la presa. A Torino contro la Juventus nella gara di campionato ho visto un Napoli che dopo un discreto primo tempo è stato rinunciatario e senza cattiveria agonistica, quindi ripeto voglio una vera partita di calcio e magari portare a casa un trofeo che manca da troppi anni”.

 

Juventus-Napoli: il tuo pronostico…. “Il Napoli ci ha abituati che ogni qual volta parte favorito, non da mai il meglio di se stesso, quindi voglio essere scaramantico dicendo che il Napoli parte sfavorito….magari è la volta buona…. Al di la di tutto vorrei che domenica sarà una bellissima serata all'insegna dello sport e del divertimento, sperando che il pubblico di fede bianconera non rovini tutto con i soliti cori razzisti verso di noi”.

 

E se canteranno l'inno del Napoli?Se perderemo e canteranno il nostro inno bene così, perchè in ogni caso il nostro verrà sempre cantato da tutto il mondo, ma se dovesse vincere il Napoli allora lo canteremo noi che di sicuro lo facciamo meglio, loro alcune parole non le conoscono molto bene (…ride…)”.

 

Domenico Ascione – Redazione NapoliSoccer.NET



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.