Reja: “Viviamo un sogno ma gli esami non finiscono mai”

0
108

"Gli esami non finiscono mai". Edy Reja è ormai napoletano anche nella filosofia mutuata dalla letteratura Eduardiana. Domani anticipo sulle ambizioni…. 
Mister, Napoli-Lecce: un’altra notte azzurra
"Beh sicuramente ci porta maggiore energia il San Paolo in notturna. Ma ogni partita per noi rappresenta una nuova sfida. Domani avremo di fronte una squadra dagli ottimi valori e ben organizzata. Mi preoccupa molto anche il terreno. Troveremo un campo pesante e per una squadra tecnica come la nostra rappresenterà un problema in più. Comunque sinora il nostro stadio è stato una roccaforte, speriamo che anche domani ci dia forza come sempre".
Siete quarti, la gente si aspetta grandi cose
"Innanzitutto noi pensiamo a fare bene di volta in volta e la classifica ci interessa fino a un certo punto. Siamo soddisfatti di dove siamo arrivati sinora ed è una posizione di classifica che assume ancor più valore se consideriamo la qualità delle squadre di vertice che ci stanno attorno. Siamo consapevoli di avere un organico importante ma qui si deve vivere alla giornata. Adesso ci aspetta il Lecce e bisognerà dare il massimo in termini di attenzione e concentrazione".
Che partita sarà domani?
"Credo molto fisica anche stando alle condizioni atmosferiche. Noi dovremo cercare sin da subito la via del gol ma senza esagerare nell’impeto offensivo. I ragazzi devono avere pazienza come hanno fatto col Siena. Queste gare sono durissime da giocare. Ma sono ottimista perché la squadra sta bene e si è allenata con entusiasmo. Il gruppo è carico e motivato. Dico solamente di essere giudiziosi nella lettura del match…".
Siamo a dicembre, primi bilanci?
"Partiamo dal presupposto che stiamo vivendo un sogno. Forse non ce ne rendiamo pienamente conto ma questa Società son 3 anni che vince. Noi abbiamo un solo metro di confronto: noi stessi. Guardiamo in casa nostra, sappiamo di avere potenzialità e qualità importanti e vogliamo ancora crescere. Siamo una squadra giovane e non sappiamo neppure noi dove possiamo arrivare col tempo. Il segreto vero del gruppo è l’umiltà. Si va in campo con sacrificio aiutandosi l’uno con l’altro. I ragazzi sono amici e c’è grande unione. Queste sono le reali caratteristiche che ci permettono di sopperire ad eventuali gap tecnici e di confrontarci con le grandi del campionato". 
Il popolo azzurro chiede di finire bene questo splendido 2008
"E noi lo vogliamo con tutte le forze. Ma i napoletani lo sanno: gli esami non finiscono mai. E per noi sarà una stagione ricca di esami. Ma mi sento di dire che questa Società e questa squadra garantiranno a tutta la gente azzurra un futuro radioso e,  mi auguro, anche un presente di grandi soddisfazioni". 

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: sscnapoli.it



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here