La passione azzurra non ha confini: ecco il Club Napoli Passion Campobasso

0
2239

Continua il nostro lungo viaggio alla ricerca dei club Napoli sparsi in Italia e nel mondo. Oggi la nostra tappa è Campobasso, un comune di 50.847 abitanti, e capoluogo dell'omonima provincia e della regione Molise. In questa città bellissima formata da una parte antica di origine medioevale, nasce ufficialmente nel febbraio del 2012 il “Club Napoli Campobasso”, associazione fondata da Domenico Mei, attuale presidente del club. Quest'ultimo, l'idea di creare una sede dove raggruppare i tanti tifosi napoletani presenti a Campobasso e nelle zone limitrofe, l'aveva già avuta qualche anno prima, quando per la sua passione di collezionismo per le maglie del Napoli, decise di creare il sito web www.napolipassion.com conosciuto da tantissimi tifosi napoletani e non solo. Nella sede suddetta, gli iscritti possono vantare di tante attività e grazie all'organizzazione del presidente e degli altri responsabili si organizzano viaggi non solo per seguire il Napoli calcio ma a scopo di divertimento.
In esclusiva noi di NapoliSoccer.NET abbiamo intervistato Domenico Mei, presidente del club Napoli Campobasso che nelle sue dichiarazioni ha parlato del cammino del Napoli, del trionfo in coppa Italia e del prossimo mercato azzurro.

 

Di seguito l'intervista completa.

 

Domenico, come è nata l'idea di fondare un club Napoli a Cambobasso?  “Quella di fondare un Club Napoli non è stata un'idea, ma era un vero e proprio sogno che avevo fin da bambino…. Purtroppo ho sempre vissuto lontano da Napoli, ed avere un punto di riferimento della mia città natale, qui dove vivo attualmente è molto importante”.

 

Quanti iscritti conta attualmente il tuo club? “Il nostro club è nato ufficialmente nel febbraio 2012 e tra iscritti e quelli che hanno promesso di farlo superiamo abbondantemente le 100 unità che sicuramente raddoppieranno nel corso della nuova stagione”.

 

Non avete avuto mai nessun problema con la popolazione Molisana?  “Devo dire che quello molisano è un popolo molto pacifico, ci trattati in modo simpatico e cordiale e non abbiamo avuto mai nessun tipo di problema. Qui a Campobasso ci sono anche dei club che rappresentano squadre come Milan, Inter e Juventus, ma nonostante tutto conviviamo in maniera assolutamente pacifica e soprattutto abbiamo tantissimo rispetto tra di noi. Infatti, per la fine di agosto stiamo organizzando un quadrangolare di calcio a 11 tra le compagini dei rispettivi club e sono convinto che sarà una grande serata all'insegna della felicità e del divertimento”.

 

Il 20 maggio scorso, il Napoli ha battuto la Vecchia Signora vincendo la coppa Italia. Tu eri all'Olimpico? “Assolutamente si…non potevo mancare all'Olimpico. Noi del club abbiamo organizzato il viaggio verso Roma con auto e altri mezzi di trasporto, e felici, ci siamo recati verso la Capitale per non mancare all'appuntamento con la storia del nostro grande Napoli”.

 

Cosa hai provato nel vedere Cannavaro alzare la Coppa Italia? “Non posso, e credo che non riuscirò mai a spiegare con delle parole l'emozione che ho provato in quel momento. Per uno come me che ha assaporato a 37 anni la vittoria del primo trofeo vinto dalla squadra del cuore, è stata una gioia indescrivibile, non riuscivo a trattenere le lacrime, che imperterrite scivolavano sul mio viso come succede ad un bambino quando non trova la sua mamma”.

 

A Pechino per la gara di Supercoppa voi del club Napoli Campobasso ci sarete? “Purtroppo la distanza e i costi molto elevati, impediranno la nostra presenza fisica allo stadio Nazionale di Pechino, e quindi noi del club Napoli Campobasso saremo tutti uniti davanti ai nostri maxi schermi presenti in sede per sostenere il nostro Napoli”.

 

Il Napoli perde un pezzo importante come Lavezzi, chi vorresti al suo posto? “Nel club si parla molto della cessione di Lavezzi, e sono sempre più convinto che sarà difficile sostituirlo…a meno che non arrivi in maglia azzurra l'attaccante della Fiorentina Jovetic!”.

 

Il Napoli di sicuro va rinforzato, ma in quale reparto secondo te? “Credo che i reparti da rinforzare sono la difesa e il centrocampo, ma con ciò non intendo colpevolizzare gli attuali titolari. Servono degli elementi validi e soprattutto di livello, degni delle competizioni europee e nazionali. Bisognerebbe poi…dare più spazio ad alcuni calciatori presenti in rosa, tipo Fernandez! Quest'ultimo è un titolare della Nazionale Argentina e non riesco a capire come non abbia trovato spazio in una squadra come il Napoli”.

 

Mazzarri è stato riconfermato dalla società azzurra. Sei felice di questa scelta? "Stimo molto l'attuale tecnico azzurro per tutto il buon lavoro che è riuscito a fare in una piazza come Napoli, ma credo che il suo ciclo sia terminato. Ognuno di noi si sente un pò l'allenatore della propria squadra del cuore e nonostante non finirò mai di ringraziare Mazzarri per quanto di buono ha ottenuto, io alcune sue scelte sia tecniche che tattiche, proprio non le condivido… Ritengo che la rosa partenopea debba essere composta da 22 giocatori che a rotazione dovrebbero avere l'opportunità di giocare tutti, per maturare e stare bene insieme”.

 

E per il riscatto di Pandev? “Sono contentissimo e orgoglioso di vedere ancora Goran in maglia azzurra!”.

 

Domenico, dai un voto alla stagione del Napoli… ”Mi sento di dare agli azzurri un 9 pieno. Si poteva fare di più, ma va bene così. L'unico rimpianto è quello di non essere riusciti a conquistare il tanto desiderato terzo posto. La gara pareggiata dal Napoli a Roma 2-2, e quella persa a Bologna per 2-0, sono state la causa della mancata qualificazione in Champions League…ma per fortuna la vittoria della coppa Italia ha reso trionfale una stagione che nel finale stava per per lasciarci l'amaro in bocca”.

 


Domenico Ascione – Redazione NapoliSoccer.NET

Clicca sul link e guarda tutti i club già visitati da NapoliSoccer.NET https://www.napolisoccer.net/la-passione-azzurra-non-ha-confini-i-club-napoli/



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.