Martos in sciopero per gli stipendi. Trovato poi l’accordo

0
72

Squadra in sciopero ieri alla Martos, niente allenamento pomeridiano per i giocatori ma colloquio con la società per chiarire la situazione delle pendenze economiche che sono una spina nel fianco della società. L’amministratore delegato Raffaele Manzi dopo la riunione al Palabarbuto con il capitano Bonora, prova a sgomberare il campo dagli equivoci: «Abbiamo saldato tutti i debiti, sia per i contratti di Lega che per i contratti di immagine. Domani (oggi, ndr) si riprenderà regolarmente l’attività». Gaetano Papalia è amareggiato ma non si perde d’animo: «Credo sia stata una decisione eccessiva visto che stiamo parlando di ritardi che vanno da uno a dieci giorni e che in qualsiasi altro club sarebbero prassi normale. Purtroppo paghiamo lo scetticismo che accompagna ogni nostra mossa e che si riverbera su tutta l’attività, con allarmismi ingiustificati. Comunque guardiamo avanti, pensando che in fondo la presa di posizione della squadra è anche un segnale positivo di compattezza interna». C’è anche un problema-Tsaldaris, che già da un po’ sta chiedendo al club di andare via avendo avuto richieste dal Maroussi, squadra greca da Eurolega. Ma al momento non se ne parla di liberarlo, almeno finché ci sono residue chances di salvezza. Travis Best arriva stamattina alle 12. Che poi giochi domenica a Milano è tutto da verificare. Deve ricevere 85mila dollari da contratto come anticipo, più la commissione per il suo agente, totale 106mila dollari (che pare siano già stati preparati) ma intanto occorre anche saldare il pagamento degli adempimenti Comtec, che altrimenti impediscono di fare nuovi tesseramenti. Si tratta di 116 mila euro: 102mila di regolarizzazione contributi e 14mila di accantonamento del Tfr. Il club tenterà di pagare il tutto entro domani mattina così da consentire il tesseramento di Best. Altrimenti il play resterà a Napoli ad allenarsi mentre la squadra andrà a giocare a Milano, in attesa che la situazione venga sanata. Intanto il comunitario in esubero tagliato sarà Dragisa Drobnjak, che costa uno sproposito rispetto al valore e che ha trovato anche una squadra in Europa disposta ad ingaggiarlo. La società se ne libererà subito, se Best giocherà a Milano, altrimenti da lunedì prossimo. Resterà il finnico Muurinen dunque e arriverà (si spera) un’ala-pivot con passaporto italiano. «Non nego che la situazione sia difficile – conclude Papalia – per ben quattro sono stato abbandonato, mi sono esposto personalmente finora per 340mila euro e il mio socio Raffaele Manzi per 180mila. Totale più di mezzo milione di euro tirati fuori di tasca nostra e dimostrabili a chiunque. Altrimenti non so ora dove saremmo. Alla Martos avevamo chiesto una anticipazione di un rata della sponsorizzazione ma con amarezza devo dire che non hanno voluto concedercela, pur essendo una finanziaria. Ora per fortuna pare che sia le istituzioni che l’imprenditoria napoletana si stia riavvicinando a noi e speriamo che serva a risollevarci. Crediamo ancora nella salvezza, ma se tra qualche settimana dovessimo capire che non ci sono speranze, cominceremo a programmare per una Legadue di primo piano per la prossima stagione e con una società organizzata al top».

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte: il mattino

Condividi
Articolo precedenteHamsik truccatore nel nuovo spot SKY
Prossimo articoloIl Procuratore Palazzi sentirà De Laurentiis
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here