Napoli-Siena vista dal tifoso…

0
35083

logo_passione-pallone

Festa doveva essere, FESTA è stata! Tutto è andato come doveva andare. Dalla cornice di pubblico, come sempre meravigliosa, al messaggio iniziale dell’one man show De Laurentiis, fino alla partita in campo, specchio ancora una volta, di una stagione al cardiopalma ma dal gusto esaltante. 

Il Napoli vince ancora. Vince e fa festa con tutta la sua gente. Alla vigilia questa partita non contava niente, ma poi, la passione, il cuore, quella voglia di appartenere a quel colore maglifico che è l’azzurro del Napoli, ha reso Napoli-Siena un match esaltante. Ma andiamo con ordine.
Ore 14:30, mancano ancora 30 minuti all’inizio dell’incontro, ma lo stadio è già stracolmo. CINQUANTAMILA spettatori in festa e Cinquantamila sciarpe e bandiere azzurre. This is San Paolo! Cosa accadrebbe se questo Stadio, questa città arrivasse a vincere il tricolore? Forse avrà pensato anche questo il Presidente De Laurentiis che pochi minuti prima del fischio d’inizio ha rivolto, tra gli applausi della gente, il suo personalissimo tributo e omaggio al vero ed unico 12° uomo in campo. “Grazie, grazie, grazie! Oggi è la festa della mamma, e noi tutti sappiamo che il Napoli è la mamma di tutti noi tifosi. Io devo ringraziare le due curve, i distinti, le tribune, i bambini delle scuole ed un abbraccio ad i disabili che vengono allo stadio. Ringrazio il nostro allenatore Mazzarri che in questi 4 anni ci ha fatto godere moltissimo, ringrazio tutto lo staff azzurro, ma ringrazio anche quelli che non possono seguirci allo stadio e che sono a casa che sono tantissimi milioni. Avevo promesso di fare una squadra forte entro 10 anni, siamo già in vantaggio di un anno. E non vogliamo fermarci qui, ma vogliamo crescere ancora affrontando la Champions senza paura. Io insieme come voi ed insieme a voi: vogliamo vincere!".
Ore 15:00, inizia la gara. Il Napoli inizia bene, ma la sfortuna sembra voler rovinare la festa, facendo cogliere all’Alieno ben due legni, traversa e palo, negandogli la gioia del gol. Gol che inaspettato arriva da parte del Siena alla sua prima vera occasione. Calcio di punizione dalla trequarti, palla al debuttante Grillo che solo soletto insacca di esterno sotto la traversa. Il gol più che spronare gli azzurri, li soffoca un po’, almeno fino all’intervallo. Nella ripresa, infatti, nonostante la testa sia più alla festa o ai programmi presenti e futuri di alcuni protagonisti, lo scenario cambia ancora una volta, in perfetto stile Napoli. Gli azzurri con il passar dei minuti prendono in mano il pallino del gioco e colgono il pareggio con Matador Cavani. 103 gol in maglia azzurra. Dopo il pareggio era chiaro nell’aria che questa festa non poteva avere epilogo migliore se non con un’ennesima vittoria. Minuto 93, Insigne recupera palla, dribbling e filtrante per Pandev. Il macedone con un tocco di prima lascia scorrere il pallone per Marekiaro Hamsik che, sempre di prima intenzione, beffa Pegolo con un cucchiaio delizioso. Un’azione da Champions, un’azione da standing ovation.
L’arbitro da il triplice fischio finale e squadra e pubblico si lasciano andare in un unico simbolico abbraccio. C’è chi giura che Mazzarri si sia anche commosso al giro di campo per ringraziare i tifosi. Giro che sa tanto di saluto ad un piazza che ha fatto crescere, ma che ha avuto il merito di rendere il tecnico livornese un personaggio di primo piano in Italia e in Europa. Tecnico che, vuoi per l’emozione, ha ancora una volta disertato la sala stampa di fine gara, rimandando ancora una volta qualsiasi certezza sul suo futuro e su quello della squadra.
Ecco, forse questa è l’unica stortura di questa meravigliosa giornata. La telenovela continua, ma oggi, non vogliamo farci il sangue amaro… oggi è un giorno di festa. La festa della mamma …e il Napoli, come ha detto lo stesso Presidente, “è la mamma di tutti i tifosi!”. Forza Napoli e Buon Campionato a tutti,

Gianluca Tantillo di passioneepallone.it per NapoliSoccer.Net



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.